• Articolo Bari, 11 luglio 2016
    • Approvato in Puglia il Catasto energetico regionale

    • Impianti termici e certificati APE saranno registrati e mappati. Capone: “Con le nuove norme vantaggi per l’economia e l’ecologia”.

    Approvato in Puglia il Catasto energetico regionale

     

    (Rinnovabili.it) – La Puglia si allinea con quanto già fatto da regioni come Sicilia, Liguria, Friuli Venezia Giulia e Lombardia e istituisce il “Catasto energetico regionale”. Approvato dalla giunta regionale alla fine della scorsa settimana, il nuovo disegno di legge definisce il sistema informativo unico regionale che conterrà il catasto regionale degli Impianti termici e il catasto regionale degli Attestati di prestazione energetica (Ape).

     

    L’obiettivo del provvedimento è quello di conoscere, in modo completo ed unitario, i dati relativi agli impianti termici e favorire una diffusione più omogenea delle attività di ispezione sugli impianti stessi. Si tratta di un importante strumento per il monitoraggio delle caratteristiche energetiche del patrimonio edilizio regionale e per l’individuazione, nel contempo, delle misure da promuovere per migliorare l’efficienza energetica degli edifici sia a livello regionale che locale. La nuova norma, infatti, fissa anche i principi per lo svolgimento delle attività di controllo sul funzionamento degli impianti termici e sugli attestati di prestazione energetica degli edifici e le Amministrazioni Comunali potranno aver accesso ai dati in esso contenuti per conoscere le prestazioni degli immobili presenti sul territorio e potranno pianificare le scelte in campo energetico.

     

    La proposta – spiega Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia – che è stata oggetto di un’ampia consultazione con tutte le categorie interessate (associazioni, sindacati, ordini, collegi professionali ed enti locali), ha il pregio di mettere ordine nella normativa precedente applicata spesso in maniera disomogenea con notevole disagio per gli operatori professionali e i cittadini. Così la Regione Puglia introduce una disciplina unitaria per tutte le autorità competenti omogeneizzando gli aspetti applicativi inerenti l’esercizio, la manutenzione e l’ispezione degli impianti termici degli edifici incluse le cadenze delle trasmissioni dei rapporti di efficienza energetica, le cadenze delle ispezioni, le modalità comportamentali e gli obblighi dei responsabili degli impianti e degli ispettori. L’auspicio è che diventi presto legge”.

    Tutte le News | Puglia
    Premio E-Gov: vince Lecce sempre più vicina al modello smart city22 ottobre 2015

    Premio E-Gov: vince Lecce, sempre più vicina al modello smart city

    Lecce si aggiudica il premio E-Gov, per il progetto della pubblica amministrazione che utilizza gli open data per trasformarla in una smart city trasparente ed innovativa

    otranto1 (1)13 luglio 2015

    Goletta Verde in Puglia per dire NO alle trivelle

    Legambiente: “Chiediamo a Renzi di vietare l’utilizzo dell’airgun per il settore delle attività estrattive che non porta vantaggi alle comunità ma solo alle compagnie petrolifere”

    villaggio-abusivo-Torre-Mileto08 luglio 2015

    Consumo di suolo: quello che la Puglia sta perdendo

    In 20 anni trasformato per sempre il 56% del paesaggio costiero pugliese. Legambiente: “Il neogovernatore  della Puglia dia continuità al Piano paesaggistico”

    wind-turbines-offshore02 luglio 2015

    Eolico marino, sbloccato a Taranto il 1° impianto mediterraneo

    Il Consiglio di Stato respinge il ricorso contro la sentenza del Tar Puglia del Comune di Taranto, contrario al parco eolico della Beleolico assieme a Regione e Soprintendenza

    Puglia09 febbraio 2015

    La Puglia nell’osservatorio nazionale sul Burden Sharing

    Nicastro: ripresentato emendamento al Decreto burden sharing che chiede di tener conto della presenza sul territorio delle cosiddette attività ‘energivore’ di rilevanza nazionale

    Puglia31 gennaio 2015

    Nicastro: Regione rinnova protocollo forze dell’ordine su controllo ambientale

    Sottoscritto questa mattina il protocollo per l’Accordo quadro

    Puglia16 gennaio 2015

    Puglia prima regione a predisporre un Piano Paesaggistico

    Vendola: lì c’è la chiave per aprire le porte del futuro