• Articolo Bari, 25 marzo 2014
  • Una dichiarazione dell'Assessore Capone

    La Regione vola verso un futuro smart

  • Per garantire competitività e sviluppo sostenibile la Puglia redige la Smart Specialization Strategy

Puglia Smart(Rinnovabili.it) – “È partita la consultazione pubblica sulla strategia della specializzazione intelligente. Con questa consultazione avviamo un percorso partecipativo nel quale si gioca il futuro della Puglia. Per questo è importante i pugliesi rispondano numerosi all’appello” ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo Economico, Loredana Capone.

“Il documento strategico sulla specializzazione intelligente Smart Specialization Strategy, redatto dalla Regione Puglia, è il racconto in 120 pagine della Puglia che verrà. Si parte dalla lettura critica di quanto fino ad oggi è stato fatto e si è appreso, per arrivare alla Puglia nell’anno 2020, alla Puglia che vogliamo. Il documento descrive, in pratica, i principali elementi della Strategia regionale su ricerca e innovazione per il ciclo di programmazione 2014-2020”.

Queste le dichiarazioni rilasciate per sottolineare l’importanza del progetto che punta alla formazione di una Smart Puglia “cioè una Regione capace di politiche intelligenti e integrate fra loro, che rispondano al bisogno di futuro. Il termine “smart” descrive una regione attrattiva per le imprese esterne e per i giovani talenti; competitiva grazie a tutte le forme di innovazione tecnologica, sociale e territoriale; inclusiva verso i soggetti deboli (migranti, disabili, donne, giovani, anziani); consapevole e responsabile verso l’ambiente e la propria cultura e tradizione; connessa nel contesto nazionale ed internazionale e in particolare nel Mediterraneo; integrata nelle politiche di sviluppo per raggiungere convergenza e sostegno reciproco”.

Così arriva l’annuncio di una radicale trasformazione necessaria se si vuole seguire l’andamento del ndo, che corre verso un green future rendendo necessaria la crescita di domanda pubblica di innovazione e la collaborazione tra le aziende per offrire prodotti in linea con gli obiettivi e le necessità regionali. “Nel documento regionale sono state individuate tre aree di innovazione prioritarie per la Smart Puglia 2020: Manifattura sostenibile; Salute dell’uomo e dell’ambiente; Comunità digitali, creative e inclusive” ha concluso l’Assessore.