• Articolo Roma, 18 aprile 2013
  • Da oggi il COOU si fa più “social”

  • Il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati sarà ancora più interconnesso grazie all’apertura di una pagina su Facebook e di un canale dedicato su YouTube

(Rinnovabili.it) – Il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati (COOU) cede al fascino dei social network più famosi al mondo e sbarca su Facebook e sul canale web Youtube. Il Consorzio ha, infatti, creato sul social network più importante della rete la pagina “Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati” dalla quale gli utenti potranno seguire le principali iniziative organizzate e gli eventi che di volta in volta lo vedono protagonista. A fare da cassa di risonanza al lavoro condotto in quasi 30 anni di attività, c’è anche un’altra novità, il canale YouTube “Consorzio Oli Usati”, nel quale sono e saranno postati tutti i video sulle attività del Consorzio: filmati istituzionali, fiere ed eventi di settore, campagne di comunicazione.

 

Attivo da anni nella raccolta e nella rigenerazione degli oli lubrificanti esausti, il COOU è anche da sempre impegnato in una capillare attività di informazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica, attività che grazie a questo nuovo strumento potrà da oggi diventare sempre più efficace ed incisiva e stimolare il dibattito tra gli utenti, esperti del settore e non.