• Articolo Austin, 4 marzo 2013
  • Un lunotto sporco diventa arte

  • Da vetro sporco a dipinto: è l’eco-arte di un artista texano che gira il mondo con pennelli alla mano

(Rinnovabili.it) – Altro che lavare la macchina, lucidare il cruscotto e togliere le gocce dal parabrezza! La rivoluzione sta nel dipingere utilizzando come tela un’auto bella sporca e impolverata. L’idea è venuta ad un artista statunitense e sembra che da tempo sia diventata una moda, occasione di incontri e di mostre oltre che di competizioni all’ultima spolverata.

 

La pensata l’ha avuta Scott Wade, che viene ormai definito l’Artista dei vetri sporchi. Con una serie di pennelli, le dita, e un piccolo aspiratore Scott gratta via la polvere e lo sporco dal vetro posteriore dell’automobile dando vita a riproduzioni di opere celebri perfettamente somiglianti. Opere su polvere che ha deciso di raccogliere in un sito web.

Chiamato addirittura a dipingere vetrine in occasione delle inaugurazioni di grandi magazzini Wade è chiamato anche da oltreoceano a rappresentare volti noti e marchi in occasione di fiere ed eventi. Se realizzasse un’opera sulla vostra auto avreste il coraggio di azionare i tergicristalli?