• Articolo Londra, 21 settembre 2017
  • Biofuel, una nuova vita per l’iceberg di grasso delle fogne londinesi

  • La gigantesca palla di grasso che ostruisce i canali sotterranei di Whitechapel, sarà rimossa e trasformata in carburante auto

iceberg di grasso

 

Una seconda chance per l’iceberg di grasso di Whitechapel

(Rinnovabili.it) – La scorsa settimana ha fatto giro del web la notizia della gigantesca palla di grasso solidificato, rinvenuta nelle fogne londinesi. 130 tonnellate di rifiuti alimentari e sanitari di ogni genere “fusi insieme”, che si estendono in maniera compatta per 250 metri nei canali sotterranei di Whitechapel. A dare l’allarme, è stata la Thames Water, la società che gestisce l’acqua e sistema fognario nella capitale britannica, abituata ormai da tempo a fronteggiare questo tipo di emergenze. Non è la prima volta infatti che i canali di scolo londinesi sono ostruiti da quelli che in gergo vengono chiamati Fatberg, ossia iceberg di grasso.

 

Si tratta di formazioni solide, a volte resistenti come il calcestruzzo, composte da grassi, scarti di cibo, tovaglioli, salviette umidificate, carta igienica e persino pannolini. Sono il frutto di una delle peggiori pratiche dei cittadini (non solo di Londra), abituati a disfarsi dei propri rifiuti negli scarichi domestici. La società controlla le fogne regolarmente ma, spiega, queste palle di grasso “possono formarsi velocemente e causare grossi problemi”.

 

>>Leggi anche Biofuel di ultima generazione? Si otterranno dai rifiuti umani<<

 

Sebbene gli iceberg di grasso siano tristemente ricorrenti, per Matt Rimmer della Thames Water, l’ultima scoperta ha qualcosa di incredibile: “Questo fatberg è il più grande che abbia mai visto. È un vero e proprio mostro e richiede parecchia manodopera e macchinari per rimuoverlo”.

 

iceberg di gasso

 

Secondo i tecnici della società ci vorranno almeno 3 settimane per eliminare completamente l’ostruzione: la squadra al lavoro rimuove circa 20-30 tonnellate di materiale a turno, conferendo il tutto ad un centro di riciclaggio. Per la precisione, i rifiuti sono destinati a un impianto per la produzione di biofuel, che trasformerà le 130 tonnellate di palla di grasso in biodiesel.

 

>>Leggi anche Biofuel e tessuti dal riciclo dei pannolini<<

 

Potrà anche essere un mostro, ma il fatberg di Whitechapel merita una seconda opportunità”, ha dichiarato il responsabile della rete rifiuti di Thames Water, Alex Saunders. “Abbiamo deciso di collaborare con l’azienda Argent Energy per trasformare quello che una volta era un blob rancido e sconvolgente in puro carburante verde“. Secondo l’ultility, si potrebbe a creare abbastanza energia per alimentare ben 350 degli iconici bus rossi a due piani di Londra, per un giorno intero.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *