• Articolo Roma, 15 settembre 2016
  • Re Boat Roma Race, il riciclo passa da urban art e filastrocche

  • Oggi alle 18 la protagonista è l’urban art: una scultura luminosa di plastica, legno, cartone e acciaio riciclati diventa il totem della manifestazione galleggiando su una zattera nel laghetto dell’Eur

Re Boat Roma Race, il riciclo passa da urban art e filastrocche

 

(Rinnovabili.it) – La marcia di avvicinamento alla 7° edizione della Re Boat Roma Race entra nel vivo con installazioni artistiche all’insegna del riciclo, concorsi di arte e laboratori creativi, e ancora letture e workshop. Attività per adulti e bambini che fanno da cornice alla regata delle recycled boat in programma per domenica 18 al laghetto dell’Eur.

Oggi alle 18 la protagonista è l’urban art, declinata nel rispetto dell’ambiente: una scultura luminosa, alta 6 metri circa, ideata e creata dalla scenografa Daniela Dazzi, prodotta con materiali di riciclo, in prevalenza con plastica, legno, cartone e acciaio. Dopo essere stata esposta nel Centro Commerciale Euroma 2, sarà posizionata oggi, giovedì 15 settembre alle ore 18.00, su una zattera galleggiante al centro del Lago dell’Eur di Roma, diventando simbolicamente totem della gemellata manifestazione Re Boat Roma Race 2016 che inaugurerà la sua Settima Edizione. La sera s’illuminerà di luce propria ottenuta da fonti rinnovabili.

Nel contempo prosegue fino al 15 settembre con premiazione il 16, presso il Centro Commerciale Euroma2, CONTESTECO, il concorso d’arte e design sostenibile, che prevede un percorso in cui si possono contemplare le opere realizzate con materiali di recupero, tra cui spiccano il robot Prometeo di Matteo Giovannone  e il fantastico drago di Sebastiano Renda. Accompagnano l’esposizione i laboratori creativi per insegnare, a piccoli e grandi, il rispetto per l’ambiente attraverso l’arte, il gioco e lo spettacolo.

Re Boat Roma Race, il riciclo passa da urban art e filastroccheNel fine settimana le attività si spostano tutte nel parco del laghetto dell’Eur. Si parte con le affabulazioni di Massimiliano Maiucchi, che presenta “Casa Cos’è” venerdì 16 settembre dalle 17 alle 18: 36 filastrocche per descrivere e raccontare le case nel gioco, le case degli animali, le case della fantasia, le case nel mondo e le case dei bambini. Dalle 18 alle 19 va in scena Music in the Lake con i Whiskye Dixie e i No Funny Stuff: hokum, jugband, bluegrass, ragtime, swing, hillbilly, country blues, rock&roll mixed with a modern twist suonata dal vaporetto elettrico del Lago dell’Eur per il pubblico del Parco. I gruppi si esibiranno anche l’indomani allo stesso orario.

Sabato 17 settembre, dalle 11 alle 12, Gabriele Manili presenta “Letture animate nel bosco”, reading itineranti supportate da grandi libri pop up per coinvolgere grandi e bambini. Dalle 17 alle 18, invece, Paolo Scannavino presenta “Il circo in valigia”: artisti poliedrici e sorprendenti, di quelli che sanno riciclare tutti i repertori e intrattenere il pubblico di ogni età con acrobazie, figure, immagini, musica dal vivo, clownerie, giocolerie e giullarate.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *