• Articolo Edimburgo, 27 aprile 2017
  • Dalla Scozia la strada in plastica riciclata che dura più dell’asfalto

  • La start up MacRebur ha creato MR6, un additivo per il manto stradale ottenuto dai rifiuti di plastica. Usato per sostituire il bitume rende l’asfalto più forte e durevole 

strada in plastica riciclata

 

(Rinnovabili.it) – Anche la Scozia ha inaugurato la sua prima strada in plastica riciclata. Al progetto sta lavorando l’ingegnere Toby McCartney, fondatore della start up MacRebur. La società ha messo a punto un procedimento per produrre pellet polimerici che sostituiscano parte del bitume, quella miscela di idrocarburi impiegata come legante nelle pavimentazioni stradali. L’asfalto che costituisce il manto stradale, infatti, non è altro che un miscuglio di materiale inerte e bitume, che richiede globalmente centinaia di milioni di barili di petrolio per essere fabbricato.

 

>>Leggi anche: Strade dal riciclo delle bottiglie in plastica<<

 

L’idea nasce quasi per caso, durante un viaggio di McCartney in India. L’ingegnere aveva assistito alla pratica locale di riempire le buche stradali con rifiuti di plastica successivamente cosparsi di benzina e bruciati in maniera che riempissero il foro. Un metodo dettato dalle contingenze che tuttavia ha acceso una lampadina nella mente dello scozzese, ispirandolo nella creazione della sua strada in plastica riciclata.

 

La ricetta della strada in plastica riciclata

La ricetta della start up in realtà non si allontana molto, in linea teorica, dalla materia prima, ossia il greggio. Lo fa invece sul piano pratico dal momento che la fonte dei suoi pellet polimerici sono i rifiuti di plastica.  I granuli, battezzati con il nome MR6, sono un agglomerato di polimeri accuratamente selezionati e specificamente progettati per migliorare la resistenza e la durata di asfalto. Gli MR6 sono miscelati in maniera tradizionale con di roccia cava e una quantità ridotta di bitume.

 

>>Pneumatici fuori uso: dai fiumi agli asfalti ecologici<<

 

I vantaggi strutturali? Secondo la società, che ha già brevettato la sua invenzione, l’aumento della resistenza alla trazione, alla deformazione e alla rottura unitamente ad una migliore reologia e adesione. In altre parole il manto stradale creato con la ricetta MacReuber è fino al 60 per cento più resistente del tradizionale asfalto e in grado di durare dieci volte tanto. La prima strada MacRebur realizzata è stata semplicemente il passo carraio di McCartney ma il prodotto ha attirato velocemente l’attenzione delle aziende soprattutto dopo essersi aggiudicati, nel 2016, la vittoria al Virgin Media Business Voom di Richard Branson.

Un Commento

  1. rossella sobrero
    Posted aprile 30, 2017 at 7:55 am

    Interessante esempio di sostenibilità… ne parlerò anche suol mio blog #CSReDintorni

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *