• Articolo Roma, 28 ottobre 2015
    • La Regione Siciliana “Acquista Verde”

    • Si è concluso con successo il progetto nato per incrementare l’adozione di politiche di Green Public Procurement-G.P.P.

    La Regione Siciliana “Acquista Verde”

     

    Si è concluso con successo il servizio di “Accompagnamento all’attuazione  della  politica  di  acquisti  pubblici  ecologici  nella  Regione  Siciliana”,  promosso dal Dipartimento Regionale della Programmazione Area Coordinamento, assistenza tecnica e comunicazione, nell’ambito dell’Asse VII Governance, Capacità istituzionali e assistenza tecnica del PO FESR 2007-2013 e  realizzato da Ecosistemi e ORSA in RTI. Il progetto che è durato 18 mesi, ha voluto incrementare l’adozione di politiche di Green Public Procurement-G.P.P. (acquisti pubblici verdi) per promuovere e razionalizzare la spesa pubblica tramite la diffusione di un approccio più corretto. Grazie alla realizzazione di 42  incontri  seminariali, 40  laboratori  tecnici22  giornate  di  azioni  dimostrative.

     

    Esec. Locandina Gpp Sicilia 50x70 cm:Layout 1Gli incontri sul territorio regionale hanno permesso ai partecipanti di raggiungere gli obiettivi di accrescimento delle competenze interne e promuovere l’adozione della politica del G.P.P. negli  Enti locali della Regione Siciliana.  Gli enti siciliani sono stati i protagonisti di questo percorso ed hanno avuto l’opportunità di conoscere temi e strumenti fondamentali per introdurre gli acquisti verdi come pratica sistematica delle amministrazioni: normativa rilevante, elaborazione di piani di azione, adozione dell’analisi del ciclo di vita, certificazioni ambientali e sistemi di verifica, approfondimenti di settore sull’introduzione dei criteri ambientali nei bandi e capitolati per le opere pubbliche.  Agli incontri hanno preso parte più di 800 soggetti tra responsabili degli acquisti, consegnatari, tecnici, amministrativi, funzionari di enti differenti come comuni, province, dipartimenti  e assessorati  regionali, agenzie regionali, ispettorati e genio civile. Gli eventi si sono svolti in tutte le province siciliane e hanno visto il coinvolgimento del 50% dei comuni siciliani.

     

    I destinatari, attraverso i seminari frontali, hanno approfondito il tema del GPP nel contesto europeo, nel quadro normativo, nell’analisi della domanda e nel rapporto con i fornitori; attraverso i laboratori hanno approfondito strumenti come l’analisi del ciclo di vita, le etichette ecologiche e i sistemi di  gestione ambientale o life cycle costing. Infine attraverso le azioni dimostrative sono riusciti a mettere in pratica quanto approfondito ai seminari e laboratori.

    Inoltre un’assistenza a distanza tramite il servizio di Help Desk ha dato modo agli enti di condividere documenti come ad esempio delibere di adozione del GPP e/o capitolati tecnici “verdi”. Per i Comuni di Paternò (CT) e di Bompietro, quest’ultimo in rappresentanza e come capofila della coalizione territoriale “Città a Rete: Madonie-Termini” che comprende 28 comuni e per l’Assessorato Regionale Territorio Ambiente (ARTA) insieme ad altri dipartimenti regionali  è stata realizzata l’attività di accompagnamento on the job sul GPP che mira a:

    • predisporre i documenti di acquisto “verde”: procedure, criteri ambientali, marchi ed eco etichette, strumenti di verifica delle caratteristiche richieste, analisi di mercato, etc.;
    • strutturare i documenti strategici: atti di indirizzo politico, regolamenti interni, aggiornamento normativo etc.;
    • definire attività di promozione e incentivazione di comportamenti di consumo responsabile, realizzazione campagne di comunicazione, etc.

     

    Logo GPP SIcilia defResponsabili degli acquisti, tecnici, funzionari e rappresentanti della parte politica insieme  agli esperti hanno integrato con clausole ambientali diversi documenti d’indirizzo politico lavorando anche su Linee guida da adottare, ad esempio per l’organizzazione di eventi a ridotto impatto ambientale. Con l’ARTA e i Dipartimenti Regionali  l’accompagnamento porterà all’elaborazione e adozione di un Piano di Azione della Regione Siciliana per gli acquisti pubblici verdi, denominato PARS GPP. Il percorso è nato dall’esigenza di allineare la Regione Siciliana alle direttive comunitarie e nazionali in materia di acquisti pubblici verdi, con riferimento in particolare alla Strategia Europa 2020 che individua negli acquisti pubblici uno strumento fondamentale per il perseguimento degli obiettivi di una crescita intelligente, sostenibile e solidale e per la promozione di un’economia efficiente nell’uso delle risorse e a basso contenuto di carbonio e al Piano per la Sostenibilità Ambientale dei Consumi della Pubblica Amministrazione, approvato con Decreto Interministeriale n.135 del 2008 (Revisione 10 Aprile 2013  GURI n.102 del 3 maggio 2013), che invita le Regioni a includere il GPP nella normativa regionale e settoriale e a valutare: la possibilità di veicolare incentivi economici previsti a legislazione vigente per supportare gli appalti; l’introduzione di criteri ambientali nel processo di razionalizzazione dell’acquisizione di beni, servizi e lavori nella propria amministrazione; l’orientamento del processo d’acquisto di beni, servizi e lavori degli enti locali verso criteri di sostenibilità ambientale.

    Tutte le News | Sicilia
    car sharing elettrico renault zoe13 ottobre 2015

    Palermo: car sharing elettrico con Renault Zoe

    Comune di Palermo, Renault Italia ed Enel hanno unito le forze per rendere elettrico il servizio di auto condivise nel capoluogo siciliano: operative 24 Renault Zoe, insieme all’installazione di 16 colonnine di ricarica Enel

    notrivelle18 luglio 2014

    L’attacco delle trivelle al mare siciliano

    12.908 i chilometri quadrati interessati dai cinque permessi di ricerca già rilasciati e da altre 15 richieste di concessione, ricerca e prospezione avanzate

    siracusa-719 luglio 2013

    Goletta Verde presenta i risultati del monitoraggio in Sicilia

    Dodici prelievi su ventiquattro hanno evidenziato cariche batteriche oltre le soglie consentite. La situazione più critica nel palermitano, dove nessuna analisi è risultata in regola

    Sicilia08 giugno 2013

    A Gela i lavori del più grande parco agro-fotovoltaico d’Europa

    La fase autorizzativa del progetto presentato dalla società Agroverde si è conclusa il 29 maggio scorso