• Articolo Capri, 15 luglio 2015
  • Sostenibilità ed innovazione nelle piccole isole

    Capri segue il Giglio. A breve un’altra smart island italiana?

  • Anche Capri progetta di trasformarsi in una smart island efficiente, sostenibile e indipendente che ospiterà una community intelligente sempre connessa

Capri segue il Giglio. A breve un’altra smart Island?

 

(Rinnovabili.it) – Come l’isola del Giglio anche la famosissima isola di Capri progetta di trasformarsi in una Smart Island all’avanguardia per approvvigionamento dell’energia e servizi telematici per residenti e turisti.

L’idea è stata della fondazione “Matching Energy Foundation”, creata nel 2012 dall’imprenditore Marco Zigon, presidente di Getra (Grandi trasformatori elettrici), che con illustri collaboratori ha condotto uno studio di fattibilità pre-operativo corredato da un programma di finanziamenti che coinvolgono anche i fondi europei.

“Matching Energy Foundation”, CNR, il Politecnico di Milano, l’Università di Genova e l’Università Federico II di Napoli hanno lavorato insieme per trasformare il gioiellino campano in una smart island indipendente dai rifornimenti di carburante dalle città costiere.

 

Innovazione a Capri smart island

Per Capri è stata prevista una micro grid elettrica associata ad una rete di teleriscaldamento e raffrescamento, un sistema di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici e la sostituzione delle vetture per il trasporto pubblico con bus a motore elettrico. Uno degli aspetti più interessanti è il progetto di dotare l’isola di battelli a motore elettrico per portare i turisti nelle baie più famose e limitare l’accesso alle barche a benzina rumorose ed inquinanti.

Il primo esperimento verrà condotto a Marina Grande, per poi includere tutta l’isola nel progetto di efficientamento energetico. Anche la rete di illuminazione pubblica subirà degli stravolgimenti, i lampioni saranno efficienti e ospiteranno dei router wi-fi, per dotare tutto il territorio di una connessione veloce e gratuita.

A Capri smart Island poteva mancare internet delle cose? Certamente no, infatti è previsto un sistema di sensori che monitorerà i flussi pedonali e delle vetture, lo smaltimento dei rifiuti, garantirà la sicurezza e verificherà la presenza di possibili problemi di inquinamento o di traffico.

Capri oltre che una città intelligente diventerà una smart community, in cui le persone connesse tra di loro contribuiranno al miglioramento dei servizi e alla tutela dell’ambiente in un’ottica di continua trasformazione verso la sostenibilità e l’efficienza energetica.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *