• Articolo Stamford, 9 dicembre 2015
  • Gli oggetti connessi cambieranno la qualità della nostra vita

    Internet delle cose, crescita esponenziale per il 2016

  • Nel 2016 vedremo una crescita esponenziale degli oggetti connessi. Internet delle cose diventerà un alleato nella nostra vita di tutti i giorni per una gestione sostenibile del territorio

Internet delle cose, numeri in crescita per il 2016

 

(Rinnovabili.it) – Secondo Gartner nei prossimi anni il mondo di internet delle cose, gli oggetti connessi che si scambiano informazioni per migliorare i servizi dell’ecosistema smart city, vedrà una crescita esponenziale.

Il report “Forecast: Internet of Things — Endpoints and Associated Services, Worldwide, 2015“ si è concentrato sulla diffusione su scala globale delle smart homes e degli smart commercial buildings. In base alla statistica del rapporto le previsioni per le aziende operanti nel settore IoT – Internet of Things – sono ottime.

 

“Apparecchi elettronici e reti Wi-Fi riempiranno ancora di più le nostre case – ha spiegato Bettina Tratz-Ryan, Research vice presidente di Gartner – rendendole interattive, sempre connesse, confortevoli e sicure. L’accesso integrato da casa a servizi e informazioni ci consentirà di vivere un’esperienza nuova in termini di vita domestica”.

 

Il prossimo anno gli oggetti connessi nelle case intelligenti saranno quasi 340 milioni, con un incremento del 21% rispetto al 2015. In questa categoria sono inseriti sia gli elettrodomestici collegati alla rete wi-fi che i servizi per l’automazione domestica. Per quanto riguarda il settore commerciale invece il boom sarà nel 2018, quando si registreranno più di un miliardo di oggetti connessi.

Questa crescita del numero degli oggetti intelligenti si tradurrà in un notevole risparmio energetico; il dialogo continuo tra devices permetterà un maggior controllo di sprechi ed emissioni, aiutando a gestire in modo razionale e sostenibile le nostre città.

 

“Grazie ai sensori, alle reti interconnesse, all’automazione diffusa, alla possibilità di gestire tutto in remoto e in maniera personalizzata, i consumi si abbasseranno notevolmente a favore della low-carbon economy”, ha aggiunto Tratz-Ryan.

 

La nostra vita nei prossimi anni cambierà radicalmente e sarà sempre più influenzata dalla tecnologia. Il nostro smartphone diventerà un alleato nella gestione di illuminazione, riscaldamento, spostamenti ed elettrodomestici. “Tutti saremo connessi con gli oggetti e tra di noi, la città vivrà una nuova era di trasformazioni per una migliore qualità della vita”.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *