• Articolo Cosenza, 19 ottobre 2015
  • Nella cornice del Castello Svevo

    Smart cities del Mezzogiorno, a Cosenza il brainstorming

  • A Cosenza un incontro in cui ANCI,ENEL, ENEA e molte altre realtà coinvolte discutono sul futuro e le opportunità per le smart cities del Mezzogiorno

Smart cities del Mezzogiorno, a Cosenza l’evento sulla programmazione regionale

 

(Rinnovabili.it) – Oggi e domani il Castello Svevo di Cosenza sarà la cornice dell’evento “Agenda Urbana, Smart City e opportunità per il mezzogiorno”, in cui si susseguono una serie di incontri per lo sviluppo di strategie “intelligenti” per le città del sud. Al tavolo di discussione sullo sviluppo delle smart cities del Sud d’Italia partecipano IFEL, ANCI, CUEIM, Laboratorio Urbano Smart City Cosenza, Università della Calabria, Enel, Enea, Cnr, in collaborazione con Osservatorio Anci Smart Cities, Smart city Tour di Amerigo, che fino a domani sera si interrogheranno in un dialogo orientato all’innovazione e alla sostenibilità urbana.

Il programma di oggi prevede un incontro con e autorità di gestione di Ministeri e della Regione Calabria, mentre domani il Castello Svevo verrà un vero brainstorming durante il quale verrà presentato il programma “Smart City Cosenza”. La città calabrese insieme a Bari sta lavorando al progetto Res Novae, per uno sviluppo parallelo che trasformerà il territorio in una smart land, un punto di incontro efficiente e sostenibile tra le due regioni del sud dello stivale.

 

L’evoluzione delle smart cities del Mezzogiorno

Interessanti scenari per le smart cities del Mezzogiorno sono offerti dalle risorse descritte nel PON REC 2007-2013, che offre opportunità ai progetti di ricerca delle università per lo sviluppo intelligente, sostenibile, innovativo e tecnologico del territorio. Gli incontri di oggi e domani vogliono fare il punto sulla situazione delle città del sud, sul loro grado di efficienza e sulle prospettive future. Il confronto tra i vari soggetti coinvolti proverà a capire quali sono le occasioni da cogliere, come la Comunità Europea possa essere il motore di un cambiamento innovativo nel Mezzogiorno, come mettere a sistema i successi dei progetti pilota già sviluppati e quali rischi si nascondono dietro questo cambiamento.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *