• Articolo Torino, 3 giugno 2013
  • La firma è avvenuta in occasione degli Smart City Days di Torino

    Smart City: protocollo d’intesa tra Milano, Torino e Genova

  • Il protocollo d’intesa permetterà ai tre Comuni di Milano, Genova e Torino di collaborare per la trasformazione congiunta verso un modello di Smart City condiviso.

(Rinnovabili.it) – E’ stato siglato in occasione degli Smart City Days di Torino il protocollo d’Intesa tra i Comuni di Milano, Torino e Genova per l’avvio di un processo di trasformazione condiviso verso un nuovo modello di città intelligente.

 

La firma è avvenuta per mano degli assessori Cristina Tajani di Milano, Enzo Lavolta di Torino e Francesco Oddone di Genova, responsabili di Smart City per le rispettive città.

 

“Con la firma di oggi Milano, Torino e Genova – i tre apici dell’ex ‘triangolo industriale’ del Paese – si apprestano a guidare il processo di evoluzione e trasformazione verso città più intelligenti, sostenibili e green. E questo grazie a una cooperazione interregionale capace di ridurre gli sprechi energetici, progettare un trasporto pubblico e logistico a basso impatto ambientale, sperimentare progetti di innovazione sociale a partire dall’uso intelligente delle tecnologie”, ha commentato l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Ricerca e Università Cristina Tajani.

 

Pur continuando a lavorare singolarmente sulle specificità dei singoli Comuni coinvolti, le nuove Smart City Milano, Torino e Genova, metteranno a sistema le rispettive eccellenze condividendo le soluzioni di successo per migliorare la qualità della vita dei cittadini, superare la crisi ed assicurare il massimo sviluppo economico sostenibile.

Il lavoro prosegue l’attività avviata dall’Osservatorio Nazionale delle Smart City di Anci e permetterà ai tre Comuni di collaborare oltre che nella partecipazione a bandi europei e nazionali, anche sostenendo reciprocamente i progetti proposti su temi quali la mobilità sostenibile e la logistica.

 

Anche grazie a partnership di questo tipo sarà possibile arrivare in minor tempo ad una corretta definizione di Smart City, ruscendo così a misurare progressi ed obiettivi.