• Articolo New Mexico , 3 luglio 2015
  • Un enorme laboratorio a cielo aperto

    Smart city: le prove generali si fanno senza umani

  • In New Mexico verrà costruita una vera e propria smart city senza abitanti per testare le tecnologie innovative senza causare disagi alle persone

Smart city: le prove generali si fanno senza umani

 

(Rinnovabili.it) – In New Mexico sarà costruita una vera e propria cittadina per testare tutte le tecnologie di una smart city: ci saranno uffici, strade, case, chiese, parchi, industrie e scuole. L’unica cosa che mancherà saranno i cittadini.

 

La Pegasus Global Holdings ha deciso di investire un miliardo di dollari nella costruzione della città intelligente per realizzare un laboratorio a cielo aperto e testare, monitorare e migliorare le tecnologie delle smart city senza causare disagi ai cittadini.

La costruzione del  Center for Innovation Testing and Evaluation (Cite) inizierà nel deserto in autunno con un investimento iniziale di 600 milioni di dollari (più di 540 milioni di euro). La cittadina del futuro avrà un’autostrada, sistemi di telecomunicazione, un’area suburbana, reti di distribuzione e tutti i servizi di un tipico centro urbano americano. In cinque anni il villaggio crescerà di dimensioni e complessità fino a raggiungere il completamento che permetterà gli esperimenti più approfonditi.

Il progetto ha sollevato le critiche di alcuni esperti che hanno obiettato che eliminare l’elemento umano – per sua natura imprevedibile – sfalserà lo studio sulla fattibilità delle tecnologie della smart city.

 

“Una delle cose più difficili da fare quando si stanno sviluppando queste nuove tecnologie è provarle in modo sicuro in mezzo alla persone, i cui movimenti sono imprevedibili”, ha spiegato Reese Jones della Singularity University.

“Se l’esperienza umana è una parte fondamentale del test, possiamo inserire le persone in qualsiasi momento”, ribatte Bob Brumley della Pegasus Global Holding.

 

Le tecnologie che si sperimenteranno nella smart city del deserto

Gli esperimenti testeranno approfonditamente i sistemi di trasporto intelligenti come i veicoli senza conducente e il traffico gestito attraverso internet delle cose, la produzione di energia alternativa dalle fonti solari e la geotermia, le smart grid, la raccolta e l’analisi di dati su scala urbana ed i sistemi di sensori per il monitoraggio e la sicurezza delle persone.

 

Smart city: le prove generali si fanno senza umani

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *