• Articolo Pisa, 24 luglio 2015
  • Alla Normale di Pisa la Premiazione

    Vodafone-Anci premiano le smart cities: Roma e Montevarchi le fortunate

  • Vodafone e ANCI hanno premiato i migliori progetti sul tema smart cities presentati al concorso “Failadifferenza”. Hanno trionfato Roma e Montevarchi

Smart city: la geolocalizzazione apre nuovi orizzonti

 

(Rinnovabili.it) – Lo scorso martedì si è concluso il concorso “Failadifferenza: idee digitali per la nostra città”, promosso da Vodafone Italia in collaborazione con ANCI.

La competizione era aperta a tutti i partecipanti delle attività della Scuola Anci per giovani amministratori, con lo scopo di condividere pensieri ed idee innovative sulle smart cities, per promuovere la digitalizzazione dei territori e delle comunità.

Hanno vinto il progetto o progetti “Parteci.P.A.zione” del Comune di Montevarchi (Arezzo) e “La città in tasca” del II Municipio di Roma, che sono stati premiati con 25.000 euro ciascuno presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, alla presenza del Sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, di Antonella Galdi, Vice segretario Generale ANCI, e Edmondo Esposito, rappresentante di Vodafone Italia.

I fondi  del partenariato pubblico-privato andranno alle amministrazioni comunali che hanno presentato le idee innovative per trasformare i loro centri urbani in smart cities.

 

I progetti smart cities Failadifferenza premiati dall’ANCI Toscana

Il progetto “Parteci.P.A.zione” del Comune di Montevarchi, si concretizzerà con la realizzazione di un’applicazione mobile che permetterà ai cittadini del comune in provincia di Arezzo di usufruire di tre differenti servizi.  Con il primo strumento tutti i cittadini potranno fare segnalazioni al Comune che interverrà nel caso di calamità, decoro urbano e utilizzo di servizi di terzi. Un secondo tool servirà ai genitori di bambini che usufruiscono dello scuolabus, che potranno fare domanda direttamente online e monitorare in tempo reale tramite geolocalizzazione il percorso delle vetture del servizio di trasporto scolastico. Con il terzo strumento invece il personale interno dell’Amministrazione Comunale, gestirà in modo più “smart” le pratiche e le istanze dei cittadini.

 

Il progetto “La città in tasca” del II Municipio di Roma, permetterà ai cittadini di localizzare tutte gli episodi e le situazioni per le quali l’Amministrazione ha emesso una delibera. Collegandosi con uno smartphone sarà possibile garantire costantemente un flusso di dati che aiuterà cittadini e pubblica amministrazione a tenere sotto controllo la corrispondenza tra realtà ed atti amministrativi.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *