• Articolo Milano, 17 aprile 2012
  • L’iniziativa durerà dal 22 aprile fino al 29 luglio 2012

    Ikea, si mangia bio grazie al Panda

  • Ogni weekend l’azienda svedese servirà nei ristoranti dei suoi punti vendita in Italia prodotti biologici provenienti dalle Oasi del WWF

Siete pronti ad assaporare durante i vostri weekend delle prelibatezze ottenute con tecniche agricole naturali e sostenibili all’interno di aree protette, gestite dal WWF? Allora iniziate a mettervi in fila perché, dal 22 aprile (in occasione dell’Earth Day) fino al 29 luglio, Ikea servirà nei ristoranti dei suoi punti vendita sparsi in tutta Italia, i prodotti biologici della linea “Terre dell’Oasi”, provenienti da una coltivazione naturale e green all’interno di alcune delle aree naturali tutelate dal ‘Panda’.

Il progetto, frutto della collaborazione tra il Wwf e l’azienda svedese (con la partecipazione di Legacoop), ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini verso un’alimentazione più sostenibile e di coinvolgerli attivamente al sostegno delle Oasi e alla salvaguardia della loro biodiversità.

Dalle verdure all’olio, la pasta, il riso, il sale, il miele e i formaggi – sono questi alcuni dei prodotti biologici utilizzati per realizzare “cinque” primi piatti proposti nei menù degli store Ikea e provenienti da cinque” principali Oasi del WWF: la Riserva regionale del Lago di Penne (Abruzzo), l’Oasi WWF della Laguna di Orbetello (Toscana), la Riserva naturale regionale del Bosco WWF di Vanzago (Lombardia), la Riserva naturale di Monte Arcosu (Sardegna) e la Riserva naturale regionale delle Saline di Trapani (Sicilia).

In attesa di vedere le nostre tavole imbandite di “green”, nel frattempo non ci resta che seguire le 5 regole consigliate dal WWF per un’alimentazione sana e sostenibile:

1) acquistare prodotti locali e di stagione, 2) ridurre il consumo di carne, 3)scegliere il pesce giusto ovvero locale, di stagione e non di specie in pericolo o sottotaglia, 4) ridurre gli sprechi comperando solo quanto si consuma effettivamente, 5) evitare cibi eccessivamente elaborati che sono energivori e troppo ricchi di grassi, sali e zuccheri.