• Articolo Ankara, 27 settembre 2012
  • Ecodesing domestico

    Washit, la doccia diviene lavatrice

  • Quattro studenti universitari turchi hanno disegnato l’eco-doccia che raccoglie e filtra l’acqua usata per lavare i vestiti

(Rinnovabili.it) – Il modo più sostenibile per lavarsi? I più ecologisti suggeriscono di preferire la doccia alla vasca da bagno. I più  tecnologici consigliano invece Washit, l’elettrodomestico duble-face  pensato per unire la struttura di un normale box doccia a quella di una comune lavatrice. Ahmet Burak Aktas, Salih Ilhan Berk, Adem Onalan e Burak Soylemez, sono i quattro deigner turchi che l’hanno progettata, guadagnandosi così il premio Premio Hansgrohe 2012: Efficient Water Design all’iF Concept Design Awards.

L’originale concept utilizza un sistema idraulico a ciclo chiuso che raccoglie le acque grigie della doccia e le conserva in un serbatoio pronte ad essere riciclate nel lavaggio del bucato. Prima di raggiungere i vestiti, ovviamente l’acqua verrebbe ripulita grazie al passaggio attraverso una serie di tre filtri – carbonio, organico, e chimico – che possono essere rimossi per la pulizia o la sostituzione in qualsiasi momento. A completare il processo di riciclaggio anche l’irraggiamento con gli ultravioletti. Inoltre Washit è stata pensata sia per l’uso domestico che in spazi pubblici, inglobandovi in questo caso anche un’asciugatrice.