• Articolo , 25 febbraio 2010
  • “Aecologix”, “Laboratori Sostenibili” a Fantacity Festival 2010

  • Si chiama Aecologix il percorso dedicato alla sostenibilità ambientale che si terrà nell’ambito del FantaCity Festival 2010, il Festival internazionale della creatività e della fantasia dedicato a bambini e ragazzi in programma dall’8 all’11 aprile a Perugia. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con il Centro per l’informazione, la documentazione e l’educazione ambientale (Cridea) della Regione Umbria […]

Si chiama Aecologix il percorso dedicato alla sostenibilità ambientale che si terrà nell’ambito del FantaCity Festival 2010, il Festival internazionale della creatività e della fantasia dedicato a bambini e ragazzi in programma dall’8 all’11 aprile a Perugia. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con il Centro per l’informazione, la documentazione e l’educazione ambientale (Cridea) della Regione Umbria prevede alcuni laboratori sui temi della tutela delle acque, dell’aria, della terra, ma anche sul percorso che fanno i cibi prima di arrivare nel piatto, sulla biodiversità e sulle “materie seconde” con la costruzione, grazie ad un laboratorio ad hoc, di oggetti con materiali di riciclo.
I laboratori proposti da Aecologix sono organizzati da 6 dei 24 centri umbri di esperienza ambientale (centro didattico Giardino Botanico delle Marmore, centro di documentazione Il Lago di Piediluco, centro di esperienza ambientale dell’Isola Polvese – Cooperativa Plestina, laboratori Cea Monte Peglia Cooperativa Terra, centro di esperienza ambientale Laboratorio del Cittadino, Panta Rei – centro di esperienze per la formazione allo sviluppo sostenibile) in stretta collaborazione con il Cridea che già nelle scorse edizioni del Festival ha organizzato attività per migliaia di ragazzi e per le loro famiglie.
La funzione del Centro – spiega il dirigente Paolo Camerieri – è di coordinare iniziative di educazione ambientale. La partecipazione al FantaCity Festival permette di diffondere la cultura della sostenibilità specialmente tra i più piccoli attraverso un’educazione diversa rispetto ai consueti circuiti della formazione.
Ad Aecologix alcuni laboratori saranno incentrati sulla costruzione di girandole, paracadute, aquiloni, sculture in movimento nell’aria. Un laboratorio analizzerà “Come sta l’acqua”, mentre la creazione di un erbario didattico insegnerà molte cose sulla terra e le tante specie vegetali. Il gioco dell’oca e il gioco della campana saranno invece abbinati alla scoperta di piante meravigliose. Ancora: “Alla ricerca di Chicco” punta all’educazione alimentare e “Natura urbana” consentirà ai bambini di sperimentare il passaggio dalle materie “prime” alle “seconde”, educandoli a un corretto riutilizzo dei materiali. Si assisterà poi a eruzioni vulcaniche simulate nel laboratorio geologico e ci si metterà sulle tracce degli animali lungo un affascinante percorso naturalistico. Aecologix propone anche uno spettacolo teatrale: Capitan Uncino, Peter Pan e l’isola che c’è.