• Articolo , 16 dicembre 2008
  • “Dieci azioni per il clima in città”

  • Un decalogo di buone pratiche che le amministrazioni locali dei centri di grandi dimensioni dovrebbero adottare per fermare la febbre del Pianeta

Punto primo: predisporre ed attuare veri e propri Piani Energetici Comunali. Punto secondo: adottare norme urbanistiche coerenti con gli obiettivi di tali piani. Sono solo due tra le buone azioni da mettere in atto nelle città italiane contenute nel decalogo presentato alla Camera dei Deputati dagli Ecologisti Democratici. Un’eco-guida dal titolo di per sé già esplicativo “Dieci azioni per il clima in città” nata per rivolgersi alle amministrazioni locali dei grandi centri abitativi e delle metropoli, protagonisti importanti dell’attuale sfida climatica. Alla presentazione delle pratiche salva-ambiente hanno preso parte Fabrizio Vigni, presidente Ecodem, Roberto Della Seta, capogruppo Pd in Commissione Ambiente al Senato, Francesco Ferrante direttore generale Gruppo Pd al Senato, Vanni Bulgarelli e Silvia Zamboni esponenti Ecodem. Tra le altre best practies che saranno sottoposte all’attenzione delle amministrazioni: realizzare infrastrutture ecologiche nelle aree produttive; avviare un rinnovamento delle reti ambientali ed energetiche; incentivare il trasporto pubblico efficiente e puntuale; introdurre servizi di mobilità alternativi all’uso dell’auto; aumentare la raccolta differenziata dei rifiuti; promuovere acquisto di prodotti ecologici; organizzare le città a misura di bambino; valorizzare la partecipazione di tutti cittadini nelle scelte.