• Articolo , 13 aprile 2008
  • “Glass solar cells”, la finestra che produce energia

  • Un nuovo materiale trasparente in grado di fungere contemporaneamente da vetro per finestre e di generare energia elettrica dal sole

Il nome può far venire in mente uno di quei progetti in cui si utilizzano moduli fotovoltaici montati sui vetri delle finestre, ma “Solar Glass Cells” è molto di più. Sviluppato dalla Queensland University of Technology e dalla società australiana Dyesol, questa tecnologia all’avanguardia si avvale di un nuovo tipo di celle fotovoltaiche trasparenti che possono essere utilizzate non solo per sfruttare l’energia solare, ma anche per motivi estetici in edifici residenziali e commerciali. Il prof. John Bell, che sta attualmente lavorando al progetto insieme con altri ricercatori, ha spiegato che le “Glass Solar Cells”, ancora in fase di sviluppo, una volta terminate riuscirebbero a fare una differenza significativa sui consumi energetici per i proprietari delle case e i costruttori. Le celle solari contengono biossido di titanio e sono rivestite con un colorante per aumentare l’assorbimento della luce: ciò le rende debolmente colorate di rosso ma comunque trasparenti. Il vetro oltre a catturare l’energia solare può essere utilizzato per impedire il surriscaldamento della casa riducendone la necessità di raffreddamento, contribuendo pertanto a tagliare le emissioni di anidride carbonica – secondo gli ideatori – fino al 50%. Secondo Bell in futuro si può immaginare di progettare case realizzate interamente con queste celle. “In una casa progettata per l’efficienza energetica, dove tutti i dispositivi elettronici sono a basso consumo, possiamo immaginare che questa possa sostenere senza problemi la domanda energetica”. Il nuovo “vetro” è stato oggetto già di due sovvenzioni da parte dell’Australian Research Council Linkage in modo da poter studiare ed aumentarne la capacità di assorbimento, ed i ricercatori assicurano che saranno in vendita sicuramente nel giro di pochi anni.