• Articolo , 9 ottobre 2008
  • “In Alternativa” si può anche risparmiare energia

  • Ritorna “In Alternativa. Scelte di quotidianità sostenibile”, il progetto della Provincia di Ravenna e dei Centri di educazione ambientale del territorio con il contributo della Regione Emilia-Romagna, giunto quest’anno alla seconda edizione. Stasera appuntamento alle 20,30 presso la scuola Ressi Gervasi a Cervia per parlare di edilizia sostenibile e risparmio energetico, i temi attorno ai […]

Ritorna “In Alternativa. Scelte di quotidianità sostenibile”, il progetto della Provincia di Ravenna e dei Centri di educazione ambientale del territorio con il contributo della Regione Emilia-Romagna, giunto quest’anno alla seconda edizione. Stasera appuntamento alle 20,30 presso la scuola Ressi Gervasi a Cervia per parlare di edilizia sostenibile e risparmio energetico, i temi attorno ai quali ruotano anche i numerosi appuntamenti di informazione e sensibilizzazione delle prossime settimane. Ad Alfonsine e a Bagno di Romagna, ad Argenta e a Faenza, a Riolo Terme e a Imola, una serie di serate di approfondimento per tutti i cittadini interessati.

Attraverso il bando Infea CEA, “In Alternativa 2” coinvolge diversi Centri di educazione ambientale della zona, tra i quali il capofila Labter del Comune di Cervia, il Cea Casa Monti del Comune di Alfonsine, il Cea Fondazione CerviaAmbiente, il Cea 21 Faenza, il Cea Museo delle Valli di Argenta e il Cea Geol@b di Imola.

Presso le sedi dei Centri di educazione ambientale e altre strutture coinvolte nel progetto, vengono organizzati diversi incontri durante i quali “addetti ai lavori” e tecnici delle aziende della zona illustreranno i molteplici aspetti di un nuovo modo di concepire edifici e abitazioni, più ecologico e responsabile. Il dibattito sarà accompagnato dalla proiezione di un filmato sulle “buone pratiche”.

Ma “In Alternativa” punta anche alle nuove generazioni, le più vitali sorgenti del cambiamento. Ecco allora una serie di percorsi di educazione ambientale programmati all’interno del progetto specificatamente per le scuole, con l’obiettivo di conoscere l’energia, i suoi usi e le sue forme, le alternative “pulite”. Per poi passare alla certificazione energetica degli edifici scolastici e ai semplici gesti quotidiani per risparmiare e non sprecare risorse importanti.

Per tutti i partecipanti, in omaggio il manuale “In Alternativa”, un utile vademecum con pratiche soluzioni per un’edilizia sostenibile, con informazioni sulla certificazione energetica degli edifici e sugli incentivi per gli interventi di bio-edilizia.