• Articolo , 9 maggio 2008
  • “Rigenergia” 2008 per sviluppare la cultura delle rinnovabili

  • Didattica energetica, educazione ambientale, laboratori, spettacoli, animazioni, convegni e le migliori esperienze internazionali in materia di energie rinnovabili e sostenibili

Tremila metri quadrati, 80 espositori italiani e internazionali, oltre 20 convegni e circa 20.000 visitatori attesi. Tutto questo è “Rigenergia”, la manifestazione dedicata alle fonti rinnovabili, all’efficienza, alla cultura energetica e al risparmio, che si è aperta ieri nel capoluogo valdostano. Promosso dalla Chambre Valdotaine e dalla Regione autonoma Valle d’Aosta, l’evento mira a rendere la Regione, come lo stesso presidente Luciano Caveri ha sottolineato, “laboratorio di sperimentazione ed applicazione del risparmio energetico e delle energie rinnovabili”. A fare da protagonisti in questa edizione i sistemi di microgenerazione e i progetti di cogenerazione a livello urbano. Al loro fianco, ma non meno importanti, il risparmio energetico con particolare riferimento all’edilizia e l’abbattimento delle emissioni nocive, sia negli impianti che nei mezzi di trasporto. L’area espositiva è stata appositamente studiata per ospitare insieme agli espositori, anche un “tecnocamp”, una sorta di sala conferenze, operativa già giovedì mattina quando, a partire dalle ore 10, si è svolto il seminario sui Programmi Europei e strumenti regionali a supporto delle imprese nel settore dell’Energia. Attenzione anche nei confronti dei più giovani grazie ad uno stand per la didattica energetica ed un laboratorio dedicato alle scuole, con impianti mobili per la produzione di energia rinnovabile e strumenti didattici appositamente concepiti per lo scopo. Sabato 10 maggio il Premio Nazionale Rigenergia 2008 per Progetti di Tesi di Laurea specialistica sulle fonti rinnovabili e l’uso razionale dell’energia assegnerà tre borse di studio da seimila euro.