• Articolo , 14 aprile 2009
  • “Salento Finibus terrae: in primo piano “Energia e Ambiente”

  • Dopo i positivi riscontri dello scorso anno, trova conferma, nell’ambito delle Sezioni in cui saranno suddivisi i cortometraggi in gara per la prossima edizione del “Salento Finibus terrae”, quella dedicata all’energia ed all’ambiente. “Sono tanti e di qualità – dice il direttore artistico del Film Festival Internazionale del Cortometraggio, il regista Romeo Conte – i […]

Dopo i positivi riscontri dello scorso anno, trova conferma, nell’ambito delle Sezioni in cui saranno suddivisi i cortometraggi in gara per la prossima edizione del “Salento Finibus terrae”, quella dedicata all’energia ed all’ambiente. “Sono tanti e di qualità – dice il direttore artistico del Film Festival Internazionale del Cortometraggio, il regista Romeo Conte – i corti pervenuti, anche quest’anno, su questo attualissimo tema. Ciò, ovviamente, non può che farci piacere, al pari di un’altra bella conferma, quella del partner che legherà il suo nome a questa sezione. Mi riferisco all’Italgest, una delle più innovative ed interessanti realtà industriali del Mezzogiorno d’Italia, un’azienda attiva nei settori dell’energia e dell’hi-tech, che si è detta ben lieta di sostenerci anche per questa edizione”. Italgest – come è noto – si occupa di produzione di energia da fonti rinnovabili, di promozione, realizzazione e gestione di investimenti nel comparto residenziale e turistico, di investimenti in ricerca e in tecnologie innovative. Il tutto senza perdere di vista la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale, sempre in coerenza con i principi dello sviluppo sostenibile, a beneficio delle generazioni future. Un partner importante, dunque, per un Festival importante che, anno dopo anno, si afferma sempre più nel panorama internazionale. La prossima edizione del “Salento Finibus Terrae” – la settima – si terrà dall’11 al 26 luglio, nel tacco d’Italia, e sarà ancora una volta itinerante: la prima tappa a Salve (Le).