• Articolo , 16 marzo 2010
  • “(sc)ARTI in mostra”: 93 artisti e 4 istituti scolastici nella mostra sui rifiuti

  • Chiusi i termini per la partecipazione al bando di concorso indetto dall’Assessorato all’Ambiente e dall’Assessorato alla Cultura dell’Ente di Palazzo Caracciolo dal titolo “(sc)ARTI in mostra”. Numerose le adesioni con 93 artisti che si cimenteranno nella trash art provenienti dalla Sardegna, Puglia, Lazio, Toscana, Liguria, Emilia-Romagna, Lombardia, Argentina unitamente al nutrito gruppo di origine campana […]

Chiusi i termini per la partecipazione al bando di concorso indetto dall’Assessorato all’Ambiente e dall’Assessorato alla Cultura dell’Ente di Palazzo Caracciolo dal titolo “(sc)ARTI in mostra”.
Numerose le adesioni con 93 artisti che si cimenteranno nella trash art provenienti dalla Sardegna, Puglia, Lazio, Toscana, Liguria, Emilia-Romagna, Lombardia, Argentina unitamente al nutrito gruppo di origine campana ed irpina.
Saranno invece quattro gli istituti scolastici ad indirizzo artistico della Regione Campania, che prenderanno parte, in una apposita sezione, al concorso.
L’evento è collegato alla “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti”, svoltasi nel mese di novembre 2009 che ha visto coinvolti circa 1500 studenti della Provincia di Avellino. “(sc)ARTI in mostra” è in sintonia con le altre iniziative organizzate dall´Assessorato all´Ambiente: spingere ad interessare giovani e meno giovani sul tema della tutela del territorio, tema prioritario per l´Ente di Palazzo Caracciolo. In agenda ci sono già nuove iniziative per coinvolgere i cittadini irpini nella difesa delle proprie risorse naturali. L´Irpinia vuole continuare ad essere virtuosa per tutto ciò che riguarda l´ambiente.
Le opere dovranno sostenere una cultura del riciclo svelando o promuovendo la potenzialità nascosta di ogni cosa a diventarne un’altra, acquisendo una nuova identità e rivelandosi in maniera diversa da ciò che sembra.
Ai partecipanti è stata richiesta la capacità di “Andare più in là della semplice visione delle cose, riuscendo a trasformare un proprio oggetto in un’opera d’arte”, con l’obiettivo specifico di creare un momento di riflessione sull’importanza di saper utilizzare al meglio ogni forma di materiale che adoperiamo nella vita quotidiana.
Le opere d’arte saranno esposte in una mostra che si terrà presso il Carcere Borbonico di Avellino dal 8 al 18 Aprile. La mostra sarà aperta al pubblico ed alle scolaresche della Provincia.
Il programma inoltre prevede, in coincidenza del primo e dell’ultimo giorno di esposizione, una conferenza stampa d’apertura della mostra dove verrà presentata la commissione che andrà a giudicare le opere ed una conferenza stampa di chiusura in occasione della quale vi sarà la premiazione ufficiale del concorso
Avellino