• Articolo , 1 marzo 2010
  • (Rinnovabili.it) – Essere consapevoli dei propri consumi in tempo reale ma soprattutto sapere da dove e da cosa proviene l’energia che stiamo utilizzando. Sono questi i dati che interessano ai cittadini e che dal 2011 saranno a disposizione grazie ad una bolletta tutta nuova, più semplice e chiara. L’idea è venuta all’Autorità per l’Energia che […]

(Rinnovabili.it) – Essere consapevoli dei propri consumi in tempo reale ma soprattutto sapere da dove e da cosa proviene l’energia che stiamo utilizzando. Sono questi i dati che interessano ai cittadini e che dal 2011 saranno a disposizione grazie ad una bolletta tutta nuova, più semplice e chiara. L’idea è venuta all’Autorità per l’Energia che ha deciso, approvando la Direttiva per l’armonizzazione e la trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricita’ e/o di gas distribuito a mezzo di reti urbane di voler differenziare le nuove bollette dalle vecchie arricchendole con maggiori informazioni che renderanno più rapido l’accesso ai numeri che spesso i consumatori cercano: ad esempio il contatto con l’ufficio reclami o per le comunicazioni in merito al ritardato o mancato pagamento.
In tempo di rinnovabili e di rispetto per l’ambiente la vera novità sta nella possibilità di conoscere la fonte che ha generato l’energia che stiamo consumando (idroelettrico, carbone, gas etc), informazioni che saranno presto accessibili sia ai privati sia alle piccole imprese consentendo di adeguare le forniture a seconda dei bisogni e delle possibilità.
L’adeguamento da parte delle imprese dovrà essere effettuato entro la fine dell’anno mentre i cittadini riceveranno la nuova bolletta dal 1° gennaio del prossimo anno “La nuova bolletta trasparente vuole rafforzare le garanzie per i clienti finali – ha sottolineato il Presidente dell’Autorità Alessandro Ortis – contribuendo a rendere le scelte dei consumatori sempre più informate e le voci della spesa energetica sempre più chiare”.