• Articolo , 22 maggio 2009
  • 2008: 133 mln di tonnellate di CO2 dal parco circolante

  • Le emissioni di CO2 emesse dall’autotrasporto crescono fuori controllo e contribuiscono a mettere in serio pericolo il raggiungimento dei parametri firmati e ratificati a Kyoto

(Rinnovabili.it) – Anno 2008. Il parco circolante stradale italiano ha emesso oltre 133 milioni di tonnellate di CO2. Questo è quanto illustra Eco-Way (società italiana di consulenza nel settore del mutamento del clima, su dati elaborati da Teleparking), cioè un +27% rispetto al 1990.
Questa massa è stata riversata nell’atmosfera da circa 50 milioni di veicoli (di cui 35 di autovetture, 4,5 di motocicli, 4 di autocarri, 6 di ciclomotori e 93.000 bus).
Dai calcoli fatti da Eco-Way si evince che mediamente, ogni cittadino “produce” ben 410 kg. di CO2/anno se si sposta in metropolitana emettendo circa 2/3 in meno di un “automobilista” (che scarica 1.230 chili di CO2 l’anno). Inoltre va considerato che il nostro Paese “detiene il primato mondiale per numero di auto private pro-capite (1,69 persona per auto)” e con 13.000 km. percorsi l’anno da ogni automobilista, vale a dire “il 26% in più rispetto alla media Ue”.
E secondo Eco-Way , proprio gli autotrasporti, costituiscono il tallone d’Achille italiano, in merito al rispetto degli obiettivi del protocollo di Kyoto per il 2012″.