• Articolo , 5 settembre 2008
  • 2008: rincari di 750 euro a famiglia. Gran parte va per l’energia

  • Rincari nei consumi, dove la parte del leone la fa l’energia: elettricità, gas, riscaldamento, carburante. Poi ci sono gli alimentari. Fardello più pesante per chi è gravato da mutui e prestiti.

Come si deduce dal Rapporto Coop il rincaro di carburanti, energia, riscaldamento è quello che più influirà nelle tasche degli italiani. Poi i generi alimentari. Il tutto costerà a ogni famiglia, alla fine di dicembre 2008, circa 750 euro in più. E’ la valutazione che risulta nel rapporto “Consumi e Distribuzione” presentato oggi da Enrico Migliavacca, vicepresidente Coop-Ancc. Ci sono però anche segnali di ottimismo per il 2009, visto che “sul fronte delle materie prime si può dire che lo tsunami degli aumenti è finito”. I rincari ovviamente pesano di più sui nuclei meno abbienti e di maggiori dimensioni, e sulle famiglie indebitate, (il 22% del totale), in gran parte giovani. Coop stima che l’aumento delle rate di mutuo e di prestiti faccia lievitare per queste famiglie, gli oneri a circa 1.400 euro annui.