• Articolo , 3 luglio 2007
  • h4. Il WWF : lettera aperta sui criteri di scelta della neonata tariffa “verde” 29/06/07 – Roma – Secondo quanto affermato dal WWF Italia, in merito alla liberalizzazione del mercato elettrico che partirà il prossimo 1° luglio, a tutt’oggi non esiste ancora una tariffa che può essere considerata a pieno titolo vantaggiosa per l’ambiente. Il […]

h4. Il WWF : lettera aperta sui criteri di scelta della neonata tariffa “verde”

29/06/07 – Roma – Secondo quanto affermato dal WWF Italia, in merito alla liberalizzazione del mercato elettrico che partirà il prossimo 1° luglio, a tutt’oggi non esiste ancora una tariffa che può essere considerata a pieno titolo vantaggiosa per l’ambiente. Il motivo fondamentale risiede nel fatto che all’interno delle bollette, che paghiamo ogni mese, esiste già una voce che indica il contributo pubblico per la realizzazione di impianti rinnovabili; pertanto si potrà parlare di validità ambientale solo con precise garanzie di provenienza della fonte e quando verrà stabilito quante di queste risorse vengono indirizzate alla sostenibilità ambientale. In merito a questo il WWF, per aiutare i consumatori, fornirà presto un punteggio alle tariffe verdi presenti sul mercato. Trasparenza e concretezza e non solo tariffe a prezzi scontati, perché l’energia è un bene prezioso. Tre sono le richieste che il WWF rivolge ai distributori di energia elettrica: scegliere le rinnovabili sostenibili, reinvestire a favore dell’ambiente, diffondere bollette trasparenti; inoltre ha attivato insieme ad AltroConsumo un numero verde per la campagna GenerAzione Clima; e tre sono le regole d’oro che consiglia di seguire: Aspettare a scegliere il fornitore; ricercare informazioni complete e trasparenti sugli effettivi vantaggi ambientali promossi dai distributori; e impegnarsi nell’efficienza energetica. (fonte wwf.it)