• Articolo , 8 luglio 2007
  • 787 Dreamliner: velivolo a impatto ambientale ridotto

  • Per realizzarlo sono stati usati composti sintetici piuttosto che metallo, sarà un modello di medie dimensioni e potrà trasportare oltre 300 passeggeri con un’autonomia di 15mila chilometri. L’italiana Alenia ha partecipato al progetto realizzandone un 26%

Sarà presentato oggi a Seattle il nuovo aereo della compagnia di Chigago Boeing che vanta di aver ridotto l’impatto sull’ambiente. Il Dreamliner 787 è infatti realizzato per il 50% in fibra di carbonio, utilizzando quindi composti plastici piuttosto che il metallo, riesce ad essere più leggero e a risparmiare il 20% nel consumo di carburante. Gran parte dei componenti dell’aereo sono stati fabbricati all’estero: Giappone, Australia, Canada, Germania e Regno Unito. E anche l’italia ha dato un grande contributo nella realizzazione, gran parte della fusoliera è stata inatti messa a punto a Foggia, negli stabilimenti di Alenia, società che ha partecipato per un 26% alla costruzione complessiva del velivolo.
Dopo una fase di progettazione costata, secondo indiscrezioni, circa 10 miliardi di dollari, la compagnia americana ha ora intenzione di produrre 2000 esemplari nel corso dei prossimi 20 anni. Per ora il 787 Dreamliner, dopo qualche piccola modifica, entrerà in servizio nel 2008 solo nella Nippon Airways (ANA), la prima compagnia a prenotarlo già dal luglio 2004. (fonte Ansa)