• Articolo , 24 novembre 2009
  • 82mila “eco-chilometri” percorsi e tonnellate di CO2 non prodotta

  • Sono centinaia i vincitori della terza edizione del concorso “Conta i tuoi eco-chilometri”, e quindi tantissimi i ragazzi delle scuole emiliano-romagnole che si godranno una divertente gita gratuita nelle aree protette del territorio. Questo il risultato di un impegno a favore della sostenibilità ambientale che gli studenti si sono presi nel periodo marzo-giugno 2009 recandosi […]

Sono centinaia i vincitori della terza edizione del concorso “Conta i tuoi eco-chilometri”, e quindi tantissimi i ragazzi delle scuole emiliano-romagnole che si godranno una divertente gita gratuita nelle aree protette del territorio. Questo il risultato di un impegno a favore della sostenibilità ambientale che gli studenti si sono presi nel periodo marzo-giugno 2009 recandosi a scuola sui mezzi pubblici, a piedi o in bicicletta, convincendo così i genitori a lasciare a casa l’auto che usano di solito per accompagnarli.
L’iniziativa, organizzata dalla Regione Emilia-Romagna in occasione della Festa dell’aria, anche quest’anno ha riscontrato un particolare successo: il conteggio riporta 82.195 eco-chilometri percorsi per un totale di più di 17 tonnellate di CO2 non emessa. Ma più dei numeri, importante il segnale di disponibilità al cambiamento delle proprie abitudini registrato: gli studenti sono sempre più consapevoli del fatto che un piccolo sforzo individuale, sommato a quello di tante altre persone, può servire concretamente a ridurre l’inquinamento, diminuire le emissioni di CO2 e, in definitiva, contribuire alla salute di tutti.

Un decisivo contributo al risultato è stato dato da quegli insegnanti che per mesi hanno raccolto, ogni mattina, le testimonianze dei ragazzi e che a fine anno scolastico hanno iscritto le loro classi alla sfida. “Voglio ringraziare le scuole e gli insegnanti per questo impegno, – dichiara l’assessore regionale all’Ambiente Lino Zanichelli – indispensabile a sensibilizzare tanti ragazzi e famiglie sui temi dell’inquinamento atmosferico. Come ribadiscono anche gli esperti internazionali, non sarà possibile realizzare alcuna strategia di sviluppo sostenibile senza il contributo consapevole delle persone al risparmio energetico e alla tutela delle risorse naturali”.

Ecco l’elenco dei vincitori:
4^ F (insegnante: Torti) e 2^F (insegnante Ronzani) dell’ISIS ARCHIMEDE di San Giovanni in Persiceto (BO);
1 G liceo Scientifico tecnologico (insegnante Casadio Loreti Egle) di Imola (BO);
1 E e 2 B (insegnante Maria Camilla Farinella) del G. Pascoli di Pontelangorino di Codigoro (FE);
2 D (insegnante Liverani Vittoria) dell’ITIS Saffi di Forlì e 2 A (insegnante Sabrina Battistini) del Dante Arfelli di Cesenatico (FO-CE);
1 A e 1 B (insegnante Turci Brunella) del Galileo Ferraris di Modena;
3 B (Maria Centonze) del IV circolo didattico Piacenza plesso De Amicis di Piacenza;
1 B (insegnante Monica Gardini) e 1 A (insegnante Daniela Migani) del G. Mazzini Milano Marittima-Cervia (RA):
3 A (insegnante Paola Giunchi) G. Mazzini Milano MArittima e 4 BS (Prof. Angelo Ghigi) del liceo classico “Dante Alighieri” di Ravenna; 2 D Cristina Corradini ICFermi-Manzoni Reggio Emilia;
1 L e 1 D Cristina Corradini IC Fermi-Manzoni Reggio Emilia;
3 H Caselli Paolo Boiardo-Vallisneri Scandiano Reggio Emilia.

Il concorso, organizzato dal Servizio Parchi e Risorse forestali insieme al Servizio Comunicazione, Educazione alla Sostenibilità dell’assessorato Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa della Regione Emilia-Romagna, offre ai vincitori una gita di un giorno con l’accompagnamento di una guida ambientale ed escursionistica, in uno dei seguenti parchi o riserve naturali: Parco fluviale regionale Stirone, Parco fluviale regionale Taro, Parco regionale Boschi di Carrega, Riserva naturale Monte Prinzera, Riserva regionale Rupe di Campotrera, Riserva regionale Fontanili Corte Valle Re, Parco regionale Alto Appennino Modenese, Parco regionale Sassi di Roccamalatina, Parco regionale Abbazia di Monteveglio, Parco regionale Corno alle Scale, Parco regionale Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa, Parco storico regionale Monte Sole, Parco regionale Laghi di Suviana e Brasimone, Riserva naturale Bosco della Frattona, Riserva naturale Contrafforte Pliocenico, Riserva naturale Bosco di Scardavilla, Riserva naturale Dune Fossili di Massenzatica.

Il calcolo degli ecochilometri è stato fatto tenendo conto che in media ogni auto emette 210 grammi di CO2 per chilometro e che il tragitto medio casa-scuola è di 2,3 chilometri. In effetti nel 2008 i produttori auto hanno ridotto le emissioni di CO2 dei modelli complessivamente venduti sul mercato europeo del 3,3%, portando la media di settore a 153,5 gCO2/km: un miglioramento notevole rispetto agli anni precedenti, secondo il Rapporto “Reducing CO2 Emissions from New Cars: A Study of Major Car Manufacturers” pubblicato da Transport and Environment (T&E).

Ancora oggi però il trasporto su gomma contribuisce al 19% del totale della CO2 emessa in Europa e rispetto al 1990, anno di riferimento per la riduzione di emissioni prevista dal protocollo di Kyoto, le emissioni provenienti da questo settore sono aumentate del 28%. Un dato che dimostra come la strada sia ancora lunga, nonostante l’impegno di alcune case automobilistiche che hanno raggiunto importanti risultati in linea con quanto previsto dalla recente direttiva comunitaria, che ha fissato nuovi obiettivi settoriali al 2015 (130 gCO2/km) e al 2020 (95 g).