• Articolo , 30 luglio 2010
  • 918 Spyder, l’ibrido tedesco ha ottenuto il via libera

  • Grazie al successo ottenuto a Ginevra e Pechino la casa automobilistica tedesca dà il via alla produzione dell’ibrido da 500mila euro

(Rinnovabili.it) – Presentata a Ginevra al fianco della “Ferrari ibrida”:http://www.rinnovabili.it/ferrari-hy-kers-in-poche-paroleibrida-800690 la Porsche plug-in si è messa in mostra anche a Pechino e grazie al successo riscosso sarà presto una realtà. Si presenterà sul mercato in serie limitata sotto il nome di *918 Spyder* all’incredibile prezzo di 500mila euro, come annunciato dal presidente della società Michael Macht a conclusione del Consiglio di amministrazione.
In produzione presso gli stabilimenti di Zuffenhausen la vettura limita le emissioni di CO2 producendolo 70 grammi di anidride carbonica per chilometro percorso necessitando di una media di 3 litri di carburante per un itinerario di 100 chilometri assistiti da 500 cavalli di potenza.
Affiancando al motore elettrico un motore termico la Porsche è in grado di soddisfare i requisiti anti inquinamento e di percorrere fino a 25 chilometri con il solo ausilio di energia elettrica. Ricaricabile grazie al sistema plug-in che permette di collegare la batteria agli ioni di litio anche nel garage di casa la Porsche concede al guidatore la possibilità di scegliere quale tipo di alimentazione utilizzare. La 918 Spyder permette quindi di muoversi con il solo impulso elettrico o di utilizzare l’ibrido dotato di un sistema di raffreddamento a liquido e di un sistema di recupero dell’energia cinetica di frenata.