• Articolo , 25 febbraio 2011
  • A breve accordo Comune di Verona e Autostrada Brennero per impianto fotovoltaico

  • Sarà firmato a breve l’accordo tra il Comune di Verona e la società Autostrada del Brennero per la costruzione di un nuovo impianto fotovoltaico, di circa 400.000 Watt di potenza, posizionato sullo svincolo autostradale dell’uscita di Verona Nord. Lo hanno comunicato questa mattina il vice sindaco Vito Giacino e l’assessore all’Ambiente Federico Sboarina insieme all’Amministratore […]

Sarà firmato a breve l’accordo tra il Comune di Verona e la società Autostrada del Brennero per la costruzione di un nuovo impianto fotovoltaico, di circa 400.000 Watt di potenza, posizionato sullo svincolo autostradale dell’uscita di Verona Nord. Lo hanno comunicato questa mattina il vice sindaco Vito Giacino e l’assessore all’Ambiente Federico Sboarina insieme all’Amministratore Delegato di Autorstrada del Brennero Spa Paolo Duiella.
L’impianto, del costo di 2.200.000 euro, sarà interamente finanziato dalla Società Autobrennero e coprirà una superficie di 2.130 metri quadrati.
Il progetto prevede un impianto fotovoltaico ad “inseguimento solare”, con regolatori elettronici in grado di ottimizzare il posizionamento dei pannelli anche in situazioni di cielo nuvoloso o tempo variabile, che garantiranno un incremento della produzione di energia elettrica del 30 per cento rispetto ad un impianto fisso. L’intervento avrà il minimo impatto ambientale.
“Un’ulteriore dimostrazione – ha aggiunto Giacino – dei risultati importanti che si possono raggiungere investendo sulla sinergia tra pubblico e privato capaci, in questo caso, di potenziare ulteriormente la sostenibilità ambientale sulla quale l’Amministrazione comunale sta investendo da tempo”.
“L’inizio dei lavori è previsto a seguito dell’approvazione del progetto esecutivo per la realizzazione della terza corsia sulla A22 – ha spiegato Sboarina – Il Comune di Verona avrà così un altro impianto fotovoltaico a costo zero e presto sarà stipulata un’apposita Convenzione per definire le modalità di gestione dell’energia prodotta dal nuovo impianto”.
Grazie a questo accordo nel Comune di Verona si produrranno altri 550.000 kiloWatt/ora di energia pulita all’anno, pari al fabbisogno energetico annuo di circa 200 famiglie, evitando l’emissione di oltre 250 tonnellate di CO2 in atmosfera.