• Articolo , 9 dicembre 2008
  • A Castelraimondo soffia il vento delle energie pulite e rinnovabili

  • Il consiglio comunale ha approvato la convenzione con la società Marche Energy, per la realizzazione di un parco eolico in località Torre Beregna, in una zona senza edifici ed in un punto non visibile Castelraimondo, 9 dicembre 2008 – In un periodo in cui si parla molto di energia rinnovabili, salvaguardia dell’ambiente e risparmio energetico, […]

Il consiglio comunale ha approvato la convenzione con la società Marche Energy, per la realizzazione di un parco eolico in località Torre Beregna, in una zona senza edifici ed in un punto non visibile
Castelraimondo, 9 dicembre 2008 – In un periodo in cui si parla molto di energia rinnovabili, salvaguardia dell’ambiente e risparmio energetico, il comune di Castelraimondo si dimostra molto attento e virtuoso nel percorrere una strada ecologista. Dopo la decisione di installare per il periodo natalizio luminarie a basso consumo, il consiglio comunale ha approvato una convenzione con la società Marche Energy, per la realizzazione di un parco eolico.
Questa prevede che la società, dopo un’accurata fase di studio, realizzi e gestisca l’impianto, per cui l’autorizzazione definitiva spetterà alla Regione. In località Torre Beregna, in una zona senza edifici ed in un punto non visibile neanche da Crispiero o C.Raimondo, saranno installate in una prima fase 6 pale eoliche, alte tra 80 e 100 metri e con un diametro di 90 metri. In una seconda fase si potranno installare altre 5 pale eoliche, da circa 3 megawatt l’una, per due mila ore di produzione annua, stimate per ciascuna pala.
La torre anemometrica, che in due anni ha misurato l’intensità dei venti, ha rappresentato una situazione interessante per la produzione di energia eolica. Nella struttura, dovrebbero essere impiegate 4 persone, preferibilmente residenti in paese, come è scritto nella convenzione. La convenzione prevede una durata di 29 anni, data l’entità dell’investimento e ogni anno la società dovrà versare al comune un importo minimo di 6500 euro, per ogni megawatt prodotto. In totale si stima una produzione annua di 36 mila megawatt. Ogni megawatt di energia, corrisponde al consumo di 300 famiglie.