• Articolo , 24 maggio 2009
  • A Cupello e Poggiofiorito due nuovi esperimenti nel campo delle rinnovabili

  • Il futuro dell’energia pulita si costruisce sempre più spesso con il ricorso agli impianti fotovoltaici. Lo hanno capito anche i piccoli centri del nostro Abruzzo, che sempre più spesso fanno ricorso all’energia ottenuta dalle fonti rinnovabili. Veterana di questa filosofia è l’Amministratore comunale di Cupello, che in questi giorni ha firmato un produzione d’intesa con […]

Il futuro dell’energia pulita si costruisce sempre più spesso con il ricorso agli impianti fotovoltaici. Lo hanno capito anche i piccoli centri del nostro Abruzzo, che sempre più spesso fanno ricorso all’energia ottenuta dalle fonti rinnovabili.
Veterana di questa filosofia è l’Amministratore comunale di Cupello, che in questi giorni ha firmato un produzione d’intesa con il Dipartimento di Ingegneria elettrica e dell’informazione dell’Università degli studi dell’Aquila, per implementare attività di formazione e ricerca nel settore delle energie da fonti rinnovabili, appunto. A Cupello sono già presenti numerose strutture per la produzione di energia da fonti rinnovabili e con il protocollo firmato dal Sindaco di Cupello dal direttore dei Dipartimento, il professore Piero Tognolatti, presso l’impianto fotovoltaico Elio 1, nei locali della Casa in Bioarchitettura di imminente riconsegna al Comune, sarà possibile effettuare formazione e ricerca sul campo, in un settore strategico e cruciale come quello delle energie eco-sostenibili.
Attenzione per l’ambiente anche nel Comune di Poggiofiorito, che presto produrrà energia elettrica tramite un impianto fotovoltaico realizzato da una societaàesterna, grazie al quale le casse municipali otterranno per venti anni un canone di 72.455 euro l’anno (cui si aggiungeranno gli aumenti secondo gli indici Istat) e la fornitura annuale gratuita di 20.000 kWh di energia per uso pubblico. L’amministrazione ha già incassato 130mila euro all’atto della stipula del contratto.
“Dopo i primi venti anni – ha spiegato il sindaco del piccolo centro del chietino, Corino Di Girolamo – il Comune diventerà proprietario dell’impianto e incasserà circa 600mila euro l’anno per almeno i dieci anni successivi. Intanto si pensa già a un secondo impianto”. La realizzazione dell’impianto fotovoltaico è stata affidata tramite gara alla società Abruzzo Energia, specializzata in energie alternative, che produrrà circa 1,3 milioni di kWh l’anno, con un incasso presunto all’inizio di circa 800mila euro per anno. Abruzzo Energia realizzerà a proprie spese l’impianto su terreni messi a disposizione da cittadini, ai quali sara’ conferito un canone come diritto di superficie, e -per gestire il sistema di produzione – utilizzerà tre dipendenti a tempo indeterminato, di cui un elettricista. Insomma, non solo cura per l’ambiente e risparmio energetico ed economico, ma anche piccoli introiti per i cittadini e nuove prospettive occupazionali per un piccolo centro che, a quanto pare, pensa in grande.