• Articolo , 25 aprile 2011
  • A Gorizia una mostra sull’amianto

  • Lo scorso 2 aprile, negli spazi espositivi della Galleria d’Arte di via Diaz a Gorizia, è stata inaugurata la mostra fotografica “Asbestos. Reportage amianto Fvg – sezione di Gorizia”, parte del più ampio progetto di sensibilizzazione promosso dall’associazione Metarte sul problema dell’amianto nella nostra regione. Già ospitata dalla Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, la […]

Lo scorso 2 aprile, negli spazi espositivi della Galleria d’Arte di via Diaz a Gorizia, è stata inaugurata la mostra fotografica “Asbestos. Reportage amianto Fvg – sezione di Gorizia”, parte del più ampio progetto di sensibilizzazione promosso dall’associazione Metarte sul problema dell’amianto nella nostra regione.
Già ospitata dalla Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Monfalcone, la rassegna proseguirà a Gorizia fino a sabato 16 aprile e rappresenta un percorso di conoscenza iniziato più di un anno fa, che si è poi sviluppato attraverso un’indagine fotografica e in un libro. La campagna fotografica ha indagato sull’amianto “visibile” e su quello “invisibile” ancora presente nella nostra regione attraverso l’occhio di tre fotografi, Marco Citron, Roberto Francomano e Alessandro Ruzzier.

Un momento importante del progetto è il percorso didattico “Asbestos.edu”, che sarà ospitato dal 14 aprile, per la settimana della cultura, a Ronchi dei Legionari negli spazi di Villa Vicentini Miniassi, sede del Consorzio Culturale del Monfalconese.

L’isontino è la prima tappa di un percorso espositivo itinerante, che toccherà prossimamente anche le altre province del Friuli Venezia Giulia.

Se per molti la parola amianto è sinonimo di eternit, per chi è cresciuto nelle vicinanze di Monfalcone è invece legata al lavoro nei cantieri navali, alla malattia e al dolore.