• Articolo , 25 marzo 2011
  • A Israele la prima rete di ricarica per e-car robotizzata

  • Basta attese di 15-30 minuti per ricaricare l’auto elettrica. Shai Agassi inaugura la prima struttura al mondo per il cambio delle batterie

(Rinnovabili.it) – Nuova missione per Israele sul fronte della mobilità. Better Place, l’azienda creata dall’imprenditore Shai Agassi per dar vita all’omonimo progetto, ha svelato la sua prima stazione di ricambio batterie per le auto elettriche. Una vera e propria pietra miliare per il Paese che diviene così il primo al mondo ad istallare sul proprio territorio una rete di ricarica robotizzata. La struttura in questione, a differenza dei charger point per i veicoli _plug-in_, opererà sostituendo automaticamente le batterie. Il processo richiede poco più di 5 minuti: le auto vengono guidate fino ad un pannello scorrevole; da una apertura sul pavimento un braccio meccanico sostituisce le pile scariche con nuove unità senza che il conducente debba scendere dall’auto.
Le batterie esaurite vengono successivamente ricaricate e utilizzate in altre vetture. Per agevolare gli eco-guidatori la compagnia israeliana ha messo a punto un programma software per monitorare l’uso di energia elettrica, e informare gli automobilisti del livello delle batterie, nonché la più vicina stazione di ricarica. La prima stazione automatica è stata inaugurata questa settimana Kiryat Ekron e, come conferma lo stesso Agassi, costituirà l’apripista ad oltre 40 stazioni costruite in tutta Israele nel 2011; oltre ventisette comuni hanno infatti già firmato accordi con Better Place per sviluppare ed istallare punti di ricarica nelle loro zone centrali. Ma le mire della società non si fermano solo alla propria patria: l’obiettivo successivo sarà quello di replicare il modello di network anche in Danimarca.