• Articolo , 17 giugno 2009
  • A Montieri attenzione europea per i progetti legati alla geotermia

  • Il Comune di Montieri partecipa con il proprio progetto di teleriscaldamento geotermico del capoluogo comunale

La zona geotermica ed in particolare il territorio comunale di Montieri è stata protagonista recentemente di una visita di lavoro da parte di alcuni illustri studiosi impegnati nella negoziazione del progetto europeo Concerto.
Il prof. Roberto Pagani e l’architetto Corrado Carbonaro del Politecnico di Torino e gli
ingegneri Adrienn Cseko e Gabor Kitley dell’azienda ungherese Geonardo infatti, sono impegnati unitamente a CoSviG e al Comune di Montieri, nella fase finale della negoziazione del progetto europeo Concerto, strettamente legato alla risoluzione di problemi di impatto per quanto riguarda le attività di risparmio energetico ed utilizzo di energie rinnovabili. Il Comune di Montieri partecipa con il proprio progetto di teleriscaldamento geotermico del capoluogo comunale, mentre al Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche è affidato un ruolo di training, monitoraggio e divulgazione dei risultati del progetto stesso.
Gli studiosi, accompagnati dal presidente del CoSviG Piero Ceccarelli, hanno potuto visitare Larderello e le aree circostanti, ivi comprese alcune realtà che fanno uso della componente calore della geotermia nel proprio processo produttivo (Caseificio Geotermico San Martino) e la sottostazione di Montecastelli Pisano, ultimo tassello nel mosaico dei teleriscaldamenti abitativi presenti in tutta l’area geotermica tradizionale.
Una visita a Montieri, guidata direttamente dal sindaco Marcello Giuntini e dal progettista dell’impianto, ing. Piero Ulivieri, ha poi, nel corso della riunione successiva, evidenziato i punti salienti dell’intervento del Progetto Concerto, consentendo di fare un enorme passo avanti nella fase conclusiva della negoziazione.