• Articolo , 29 settembre 2011
  • A Padova, l’interporto con il tetto FV più grande d’Italia

  • Con un investimento di 50 milioni di euro la Solon S.p.A. ha potuto realizzare un impianto in grado di risparmiare 8.000 tonnellate di CO2 all’anno

(Rinnovabili.it) – Con _12,3 milioni di Watt di potenza prodotti dai pannelli solari installati sui tetti di 18 edifici e 7 pensiline adibite al parcheggio_, l’interporto di Padova è, da ieri, l’infrastruttura del settore trasporti più rinnovabile e sostenibile d’Italia, in grado non solo di sostenere in modo autosufficiente i suoi servizi, ma anche di provvedere al fabbisogno energetico di circa _4.000 famiglie_ residenti in zona.

In particolare, grazie ad un investimento di _50 milioni di euro_ supportato dalla Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo, la _Solon S.p.A._:,(azienda produttrice di moduli e sistemi fotovoltaici) ha potuto realizzare un impianto dove sono stati impiegati _49.000 moduli in silicio cristallino_ e _7.500 in silicio amorfo_, in grado di garantire una _copertura solare di 250.000 mq ed un risparmio di 8.000 tonnellate di CO2 all’anno_.
“Sfruttare i tetti di edifici e capannoni significa realizzare impianti ad impatto ambientale zero, occupando superfici altrimenti inutilizzate” – ha spiegato l’amministratore delegato di Solon Spa, Emiliano Pizzini – “Si tratta di un importante esempio di sviluppo industriale sostenibile”.