• Articolo , 16 aprile 2008
  • A Reggio Emilia l’ambiente si impara divertendosi

  • Nasce a Reggio Emilia il “Gioco delle miglia verdi”, una versione “sostenibile” del tradizionale gioco dell’oca destinato agli alunni reggiani e dedicato alle buona pratiche da compiere a scuola. A realizzarlo, l’Ufficio ReggioSostenibile – Servizio Decentramento, Partecipazione e Processi Deliberativi del Comune di Reggio Emilia con il patrocinio dell’associazione internazionale Alleanza per il Clima.Il “Gioco […]

Nasce a Reggio Emilia il “Gioco delle miglia verdi”, una versione “sostenibile” del tradizionale gioco dell’oca destinato agli alunni reggiani e dedicato alle buona pratiche da compiere a scuola. A realizzarlo, l’Ufficio ReggioSostenibile – Servizio Decentramento, Partecipazione e Processi Deliberativi del Comune di Reggio Emilia con il patrocinio dell’associazione internazionale Alleanza per il Clima.Il “Gioco delle miglia verdi” nasce dalle esperienze pluriennali “Raccogliamo miglia verdi” e “Reggio acquista verde”: la prima, dedicata alla promozione della mobilità sostenibile, con l’obiettivo di incentivare i ragazzi a recarsi a scuola a piedi, in bicicletta, utilizzando i mezzi pubblici o tramite il “car pooling” (ovvero l’auto condivisa). La seconda, invece, finalizzata a diffondere le buone pratiche di sostenibilità e la conseguente riduzione degli impatti ambientali nelle strategie di acquisto di beni e di servizi da parte dell’ente. Scopo del gioco, da effettuare in classe con finalità didattiche, è quello di raggiungere Kyoto, città dell’omonimo protocollo, simbolo dell’impegno degli stati aderenti a ridurre le emissioni di CO2 e, conseguentemente, combattere l’effetto serra e il riscaldamento planetario. A ogni casella raggiunta con il lancio di dadi corrispondono piccole azioni ecologiche (spegnere le luci inutili, non consumare carta in eccesso, ecc.) che consentiranno ai partecipanti di progredire nel gioco. Le caselle che invece rappresentano comportamenti e azioni non sostenibili imporranno un arretramento sul tabellone. Con questo meccanismo, semplice e divertente, i ragazzi potranno “imparare giocando”, contribuendo nel loro piccolo al raggiungimento degli obiettivi previsti da l Protocollo di Kyoto. Il ruolo dei bambini nella creazione del gioco è stato attivo e creativo: la proposta e la realizzazione sono infatti avvenute gioco grazie al contributo degli alunni e degli insegnanti della scuola Primaria Ca’ Bianca del 10° Circolo, impegnati in un lavoro dedicato alla sostenibilità e alle buone pratiche a scuola. Dopo la presentazione del gioco da parte dell’assessore all’Ambiente e Città Sostenibile del Comune di Reggio Emilia Pinuccia Montanari, il “Gioco delle miglia verdi” verrà consegnato a tutte le scuole che hanno partecipato al progetto “Raccogliamo Miglia Verdi” come riconoscimento del loro impegno nei confronti dell’ambiente.