• Articolo , 18 marzo 2010
  • A Roma il primo “Italian Smart Grid Forum”

  • Appuntamento per il 25 marzo con le reti elettriche consapevoli. Sul tavolo, regolazione internazionale, politiche di finanziamento, sfide tecnologiche e ruolo dell’Italia

(Rinnovabili.it) – Per poter raggiungere un maggiore sostenibilità ambientale e ottenere una migliore efficienza energetica, come previsto dagli obiettivi ambientali stabiliti dall’UE, non si può non modificare la rete elettrica europea. Questo il tema centrale del “I° Italian Smart Grid Forum”:http://smartgridforum.businessinternational.it/home.action, intorno al quale ruoteranno tutta una serie di dibattiti riguardo lo sviluppo delle FER, la generazione distribuita e dei veicoli elettrici, con riferimenti a infrastrutture in grado di combinare le azioni dei generatori e dei consumatori. Si parlerà, quindi, delle azioni da adottare per ottenere in futuro reti elettriche più efficienti, dando supporto alle innovazioni tecnologiche, finanziando progetti e ricerca, attuando anche una migliore regolamentazione dell’erogazione energetica. Obiettivo ultimo dell’iniziativa, che si propone di diventare un appuntamento annuale, fare il punto della situazione in Italia e sulle possibilità di fare progressi per la realizzazione di una rete elettrica di nuova generazione. Ricco e interessante il programma del forum, che toccherà tutta una serie di argomenti correlati alle Smart Grid, si discuterà quindi dei vantaggi economici ed ambientale che potranno apportare al nostro paese, delle prospettive di sviluppo, obiettivi e strategie, nonché del ruolo delle Smart Grid all’interno del SET (Strategic Energy Technology), il piano europeo sulla ricerca energetica europeo, e del Progetto e-mobility Italy.