• Articolo , 18 maggio 2010
  • A Roma sostenibilità-sviluppo-progresso grazie ad Edacom

  • ll nuovo provvedimento normativo permette ai cittadini di consegnare gratuitamente ai negozianti l’elettrodomestico ormai giunto a fine vita.

Oggi a Roma nella sede del cortile del Palazzo della Sapienza viene presentato ed affrontato il tema della raccolta differenziata, una campagna che verte a sensibilizzare tutti i cittadini al famoso tema delle tre erre: riciclo- recupero- riciclaggio. Comunicare attraverso l’arte è importante dichiara la Commisione Ambiente e Beni Culturali del Senato che se ne fa portavoce in prima persona di questa iniziativa in collaborazione con Ecodom (consorzio riciclaggi, elettrodomestici). Un Tempio posizionato su una base inclinata, cestelli di lavatrici incastrati l’uno sull’altro, e serpentine di frigoriferi per il fregio del timpano è l’opera ideata ed esposta nel cortile del Palazzo della Sapienza che vuole andare verso un futuro economico eco-sostenibile.
Questo incontro, occasione di discussioni, arricchimenti personali e scambi di idee, richiede però una forte corresponsabilizzazione condivisa da parte di tutti i cittadini poiché la necessità di fronteggiare le problematiche legate alla conservazione dell’ecosistema, richiede uno sforzo comune di tutti gli uomini. Inoltre nella manifestazione viene ricordata l’importanza del nuovo decreto 18 Giugno 2010 il quale prevede la nuova formula “ uno contro uno”. Sino ad oggi il cittadino si trovava alle prese con la necessità di eliminare tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche al termine del loro ciclo di vita, mentre oggi con l’approvazione di tale decreto, si agisce allo scopo ultimo di agevolare il cittadino alla consegna gratuita delle apparecchiature elettroniche, i cosiddetti RAEE quando ne acquistano uno nuovo equivalente. Di sicuro questa normativa, offrendo al consumatore la possibilità gratuita di disfarsi dei vecchi apparecchi elettrici, lo incoraggia ad agire correttamente nei confronti dell’ambiente regalandogli l’aggettivo, l’icona di “comportamento virtuoso”