• Articolo , 4 novembre 2008
  • A scuola con rinnovata…energia

  • Avvicinare i ragazzi ai temi dello sviluppo sostenibile e delle energie rinnovabili, è lo scopo che si prefigge la campagna nazionale di educazione allo sviluppo «A scuola con rinnovata …energia» promossa dal Portale dei Parchi con il patrocinio dei ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente. La campagna si sofferma anche nel cuore di Napoli al […]

Avvicinare i ragazzi ai temi dello sviluppo sostenibile e delle energie rinnovabili, è lo scopo che si prefigge la campagna nazionale di educazione allo sviluppo «A scuola con rinnovata …energia» promossa dal Portale dei Parchi con il patrocinio dei ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente.

La campagna si sofferma anche nel cuore di Napoli al parco fotovoltaico della Canzanella a Fuorigrotta, con un laboratorio didattico ed una visita guidata rivolta alle scolaresche.

Il momento teorico consente di comprendere come la luce si trasformi in energia: si parte così dalla fotosintesi clorofilliana per scoprire tutte le similitudini che questa «tecnica» usata dalle piante ha con le moderne tecnologie fotovoltaiche.

A complemento delle attività di laboratorio, gli studenti saranno accompagnati a visitare la grande centrale fotovoltaica della Canzanella.

L’impianto, perfettamente integrato in uno dei quartieri più popolosi di Napoli, è collegato alla rete elettrica di un’area mercatale. L’energia prodotta alimenta le utenze locali e la parte in eccedenza è venduta all’Enel. L’impatto ambientale è praticamente nullo, inoltre, i pannelli sono montati in modo tale da funzionare come pensiline dei parcheggi.

Nel resto della Campania, l’iniziativa propone anche viste guidate e laboratori al Parco eolico di San Marco dei Cavoti, in provincia di Benevento, con un itinerario lungo “I Sentieri di Eolo” ed una visita nel centro storico del paese.

Ultima proposta per la Campania, il laboratorio didattico in un’azienda di agricoltura biologica di Battipaglia (Salerno), dove si produce a basso impatto ambientale anche grazie l’impiego di energia fotovoltaica e alla fitodepurazione delle acque reflue.