• Articolo , 16 luglio 2008
  • A Treviso nuovi partner per sviluppo sostenibile

  • Arrivano nuovi partner a Treviso per lo sviluppo della bioedilizia. Stamattina in Provincia e’ stato firmato il protocollo per lo sviluppo della bioedilizia per integrare i nuovi partner unitisi al progetto interistituzionale. A Provincia di Treviso, Camera di Commercio e Metadistretto della Bioedilizia si uniscono Unindustria Treviso, Associazione dei Costruttori Edili e Affini, Confederazione Nazionale […]

Arrivano nuovi partner a Treviso per lo sviluppo della bioedilizia. Stamattina in Provincia e’ stato firmato il protocollo per lo sviluppo della bioedilizia per integrare i nuovi partner unitisi al progetto interistituzionale. A Provincia di Treviso, Camera di Commercio e Metadistretto della Bioedilizia si uniscono Unindustria Treviso, Associazione dei Costruttori Edili e Affini, Confederazione Nazionale Artigianato, Confartigianato della Marca Trevigiana, Artigianato Trevigiano – Casartigiani. “Proteggere l’ambiente significa valorizzare il proprio Paese. Questo protocollo e’ un impegno preso tempo fa durante il Board del Piano Strategico – ha esordito il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro – gli obiettivi sono il risparmio energetico e la salvaguardia delle risorse primarie, ma anche creare nuove economie. Non a caso anche il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale e’ focalizzato sul criterio di sviluppo sostenibile, che rappresenta la filosofia politica dell’Amministrazione provinciale. Per quanto riguarda la bioedilizia, non si puo’ improvvisare ed e’ necessario porre le linee guida per migliorare e garantire una maggiore qualita’ in questo innovativo settore. E tra i prossimi passi, creare un’agenzia che coordini la gestione delle energie. Infatti l’obiettivo per il 2020 e’ ottenere che il 20% dell’energia trevigiana provenga da fonti ecocompatibili e rinnovabili, ad esempio fotovoltaico, ma anche biomasse”. “La firma del protocollo rappresenta un significativo passo in avanti per migliorare la qualita’ del settore edilizio. In particolare occorre puntare sulla formazione degli addetti,sulla valorizzazione delle competenze sulle specializzazioni. Sempre con l’ottica di offrire ai consumatori edifici di qualita’ e certificati sotto il profilo energetico ed ambientale”, ha dichiarato il presidente della Camera di Commercio di Treviso, Federico Tessari.