• Articolo , 3 aprile 2009
  • AbitarECOstruire, vince l’edilizia verde di qualità

  • Premiati oggi i vincitori del contest lanciato da Legambiente e Ancab/Legacoop la progettazione di alloggi basati sui criteri di qualità urbanistica, architettonica e ambientale

Qualità architettonica, sostenibilità ambientale e bollette leggere: è possibile avere tutto questo da un edificio? A sentire gli architetti ed ingegneri vincitori di AbitarECOstruire sembra proprio di sì. Il concorso, lanciato nel 2008 da Legambiente e Ancab Legacoop proponeva la progettazione di 70 alloggi di edilizia cooperativa residenziale a Foligno (Perugia), Pesaro e Tricase (Lecce) basati per l’appunto su questi criteri. I futuri edifici realizzati seguendo questi progetti apparterranno tutti alla classe energetica A e con canoni di qualità dello spazio e compatibilità con il paesaggio. Saranno inoltre dotati di impianti di solare termico (per almeno il 50% dei fabbisogni di acqua calda sanitaria) e fotovoltaico (1 kW per alloggio, circa il 30% del fabbisogno elettrico) integrati. A consegnare il premio, dal palco di Ecopolis, tra gli altri, Edoardo Zanchini, responsabile energia e infrastrutture di Legambiente, secondo cui: “Costruire con questi criteri significa risparmiare energia e risorse, contribuendo nello stesso tempo a migliorare la qualità ambientale delle nostre città. Al vantaggio per l’ambiente si aggiungerà poi quello economico perché con questa tipologia di progetti su un appartamento di circa 80 m² si potranno risparmiare circa 800 euro l’anno di bollette per riscaldamento e elettricità, evitando anche per ogni appartamento emissioni di CO2 pari a 2,8 tonnellate l’anno. Una vera e propria formula contro il caro bollette che va ad aggiungersi alla convenienza dell’edilizia residenziale, già di per sé più conveniente rispetto al mercato immobiliare corrente”.
Tutti i risultati, le informazioni e le immagini dei progetti vincitori sono sul sito “www.abitarecostruire.it”:http://www.abitarecostruire.it/