• Articolo , 9 giugno 2011
  • Abruzzo: si punta a 50% di consumo da rinnovabili

  • “Gettare il cuore oltre l’ostacolo ed arrivare entro qualche anno a raggiungere almeno il 50 per cento del consumo energetico prodotto da fonti rinnovabili”. E’ l’ambizioso obiettivo che si prefigge il Piano energetico regionale e che il presidente della Regione Abruzzo ha ribadito, questo pomeriggio, a Pescara, nella sede della Provincia, nel corso della presentazione […]

“Gettare il cuore oltre l’ostacolo ed arrivare entro qualche anno a raggiungere almeno il 50 per cento del consumo energetico prodotto da fonti rinnovabili”. E’ l’ambizioso obiettivo che si prefigge il Piano energetico regionale e che il presidente della Regione Abruzzo ha ribadito, questo pomeriggio, a Pescara, nella sede della Provincia, nel corso della presentazione del progetto “MABRE: Mobilising Abruzzo Resources”, iniziativa alla quale ha aderito lo stesso Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Non a caso era presente all’incontro anche uno dei Sottosegretari di questo Dicastero. Un progetto di efficientamento energetico diffuso che coinvolge le amministrazioni provinciali di Pescara e dell’Aquila che individua diversi ambiti di intervento tra cui l’illuminazione pubblica, la diffusione di fonti energetiche rinnovabili e l’efficienza energetica negli edifici. “La Regione Abruzzo – ha ricordato il capo dell’Esecutivo – si è già guadagnata l’apprezzamento e l’interesse dell’Unione europea per il metodo innovativo introdotto con la sottoscrizione del Patto dei Sindaci che è stata riconosciuta pratica di eccellenza e premiata a Bruxelles proprio per questo motivo. Non sappiamo se riusciremo a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi entro il 2015 o il 2017 – ha proseguito – questo nonostante le percentuali raggiunte, al momento, siano già piuttosto elevate. Quello che conta è proseguire su questa strada in un periodo come quello che stiamo vivendo in cui si stanno mettendo in discussione un pò tutte le strategie di produzione dell’energia elettrica”. Intanto, il presidente della Regione ha confermato che ben 35 milioni di euro sono stati previsti per sostenere l’azione delle amministrazioni locali nello sviluppo delle fonti di energia rinnovabile.