• Articolo , 27 luglio 2010
  • Accordo Hera e EISER per il 20% di Herambiente

  • Il Gruppo Hera e una società controllata da EISER Infrastructure Limited (Ambiente Arancione Cooperatief U.A) hanno firmato oggi un accordo vincolante per l’acquisto di una quota pari al 20% del capitale sociale di Herambiente, la capofila del Gruppo Hera nel settore ambiente. Il corrispettivo per l’acquisto del 20% di Herambiente è pari a 105,6 milioni […]

Il Gruppo Hera e una società controllata da EISER Infrastructure Limited (Ambiente Arancione Cooperatief U.A) hanno firmato oggi un accordo vincolante per l’acquisto di una quota pari al 20% del capitale sociale di Herambiente, la capofila del Gruppo Hera nel settore ambiente.

Il corrispettivo per l’acquisto del 20% di Herambiente è pari a 105,6 milioni di euro (soggetto ad aggiustamento di prezzo al closing in base alla variazione della posizione finanziaria netta rispetto al 31.12.2009), che equivale a una valutazione implicita per il 100% del capitale di Herambiente 528 milioni Euro. Inoltre, Ambiente Arancione avrà l’opzione, esercitabile entro 3 mesi dal perfezionamento dell’acquisto della quota del 20%, di acquisire fino ad un ulteriore 5% del capitale sociale della Società, ad un prezzo per azione uguale al prezzo riconosciuto sulla partecipazione del 20%.

Herambiente, costituita lo scorso 1 luglio 2009, è leader in Italia nello smaltimento e recupero dei rifiuti, sia urbani che speciali. Il gruppo gestisce l’intero ciclo del trattamento e recupero dei rifiuti, ad eccezione della raccolta, attraverso 77 impianti (discariche, termovalorizzatori, impianti di selezione, di compostaggio, di trattamento chimico-fisico, di biostabilizzazione, di biogas, di digestione anaerobica, di trattamento fanghi, di inertizzazione, di stoccaggio). In particolare, Herambiente conta 7 impianti WTE (di cui 5 di recente costruzione), 11 discariche ed una capacità installata per il recupero energetico superiore a 110 MW.

Nel 2009, il gruppo ha smaltito 5,0 milioni di tonnellate di rifiuti, di cui 1,7 milioni di rifiuti urbani e 3,3 milioni di rifiuti speciali, e ha avuto ricavi consolidati pari a circa euro 368 milioni, EBITDA di euro 148 milioni e Utile Netto del Gruppo di euro 28 milioni.

EISER Global Infrastructure Fund (“EISER”) è uno dei principali fondi infrastrutturali europei, con una dotazione totale di 1,1 miliardi di euro, ed è gestito da EISER Infrastructure Limited. EISER ha già investito in 10 società, principalmente nell’Unione Europea, con un enterprise value totale superiore a 3 miliardi di euro. EISER vanta una considerevole esperienza nel settore ambiente, avendo acquisito nel 2007 una partecipazione in Cory Environmental, società operante sul mercato UK che sta realizzando un impianto Waste-to-Energy nella zona sud-est di Londra. Eiser è già presente in Italia, con il 100% della proprietà della società di trasporto gas Società Gasdotti Italia.

“Grazie all’operazione – ha commentato il Presidente Tomaso Tommasi di Vignano – Hera e Herambiente acquisiscono un socio e azionista finanziario di primaria importanza, con un’ottica di investimento di medio/lungo termine che accompagnerà la Società nel suo programma di crescita verso un ulteriore e progressivo rafforzamento della leadership a livello nazionale costruita nel corso di questi anni.”

“Siamo estremamente lieti di poter annunciare questa transazione – ha commentato Hans Meissner, CEO di EISER Infrastructure Limited – Herambiente è un’eccellente società e il settore dell’ambiente in Italia rappresenta un’opportunità significativa di crescita, nel momento in cui il mercato si sta evolvendo verso processi di gestione dei rifiuti più sostenibili. EISER guarda anche con grande interesse a stabilire una relazione solida con il Gruppo Hera per sviluppare la propria presenza nel settore delle infrastrutture in Italia”.

Il perfezionamento dell’operazione, che è soggetta all’autorizzazione dell’antitrust, è atteso per il mese di Settembre 2010.