• Articolo , 21 ottobre 2009
  • Accordo regionale per il fotovoltaico “chiavi in mano”

  • Un accordo regionale rivolto a cittadini e imprese per l’installazione “chiavi in mano” di pannelli fotovoltaici capaci di produrre energia elettrica sfruttando i raggi del sole è stato siglato questa mattina presso la Regione Toscana dalla Cna, la Confederazione nazionale dell’artigianato e da Energia futura, l’azienda nata nello stabilimento dell’ex Electrolux di Scandicci. L’intesa, valida […]

Un accordo regionale rivolto a cittadini e imprese per l’installazione “chiavi in mano” di pannelli fotovoltaici capaci di produrre energia elettrica sfruttando i raggi del sole è stato siglato questa mattina presso la Regione Toscana dalla Cna, la Confederazione nazionale dell’artigianato e da Energia futura, l’azienda nata nello stabilimento dell’ex Electrolux di Scandicci. L’intesa, valida fino al 2015, prevede la fornitura, a prezzi vantaggiosi, di moduli fotovoltaici e delle relative strutture di sostegno realizzati con tecnologie di avanguardia.
«Si tratta – commenta l’assessore regionale all’energia e all’ambiente, Anna Rita Bramerini presente alla firma dell’accordo – di una doppia buona notizia e di un’intesa utile per l’economia e importante per cittadini e imprese. E’ doppia mente buona perchè testimonia della vitalità dell’azienda nata da una lunga crisi produttiva e lo è anche perchè pone le premesse per un ulteriore sviluppo della produzione di energia dal sole, che nell’ultimo anno è mezzo è cresciuta, anche grazie ai finanziamenti regionali di oltre sei volte ed è destinata a proseguire».
Il costo medio per l’installazione di un impianto fotovoltaico di tipo familiare è di circa 5.000 euro a kilowatt. Considerando che in genere i consumi familiari si attestano su 3 kw, per soddisfare interamente il fabbisogno di una famiglia è necessario un investimento di circa 15.000 euro, che si ammortizzano in 7 anni. Nel caso di impianti più potenti, il costo diminuisce in proporzione.
«La collaborazione fra Cna Toscana – aggiunge il presidente della Confederazione, Valter Tamburini – che associa nella regione circa 45.000 imprese di cui oltre 15.000 del settore edilizia e installazione impianti, ed Energia Futura, la società che nella sede di Scandicci produce pannelli fotovoltaici, prospetta un inedito modello di filiera corta: il fotovoltaico a chilometri zero. Due gli obiettivi dell’accordo per gli imprenditori Cna: acquistare ai prezzi migliori e contribuire a rendere lo stabilimento di Scandicci punto di riferimento in Toscana per gli impianti fotovoltaici e un centro di ricerca e produzione per le energie alternative».
L’accordo prevede la possibilità di acquistare i pannelli online, a prezzi che comprendono anche il trasporto all’interno della regione.
«Accordi come questo – afferma Massimo Fojanesi, amministratore delegato di Energia Futura – confermano quanto il nostro gruppo ritenga strategico un forte legame con il territorio e l’inclusione degli artigiani installatori nelle politiche di sviluppo industriale della nostra azienda, per arrivare insieme alla costruzione di una vera e propria filiera toscana e italiana certificata del fotovoltaico».

In base all’accordo sottoscritto questa mattina, l’impresa che installa l’impianto fotovoltaico (ma ciò vale anche per il solare termico) fornisce al cliente (cittadino o azienda che sia) un servizio completo: dalla presentazione del progetto alla parte tecnica (con il lavoro di installazione e messa in funzione dell’impianto), allo svolgimento di tutte le pratiche amministrative e burocratiche, comprese quelle per la richiesta delle agevolazioni pubbliche e anche per eventuali finanziamenti da parte di istituti bancari e istituti di credito.