• Articolo , 22 luglio 2010
  • Accordo tra Acta SpA e Girelli Bruni su fotovoltaico e idrogeno

  • Acta SpA azienda leader nella produzione di energia pulita, è lieta di annunciare l’avvenuta firma di un accordo con Girelli Bruni SpA, società veronese specializzata da oltre 50 anni nell’edificazione di strutture fuori terra per impianti di distribuzione di carburante e stazioni di servizio, per la fornitura esclusiva di impianti fotovoltaici e generatori di idrogeno […]

Acta SpA azienda leader nella produzione di energia pulita, è lieta di annunciare l’avvenuta firma di un accordo con Girelli Bruni SpA, società veronese specializzata da oltre 50 anni nell’edificazione di strutture fuori terra per impianti di distribuzione di carburante e stazioni di servizio, per la fornitura esclusiva di impianti fotovoltaici e generatori di idrogeno integrati nelle stazioni di servizio italiane. Acta stima che, in base all’attuale livello di installazioni annuali di Girelli Bruni, questa partnership avrà un valore di guadagno potenziale fino a 5 milioni di euro annui e si prevede di raggiungere questo livello nel corso dei prossimi 12-18 mesi.

Nell’ambito dell’accordo firmato il 19 luglio 2010, Acta sarà il fornitore esclusivo di impianti fotovoltaici per Girelli Bruni, che fornisce prefabbricati metallici e soluzioni d’avanguardia in Italia per grandi marchi come Agip, Esso, Shell, Total, Erg, Repsol e Auchan. Girelli Bruni sarà anche il distributore esclusivo dei generatori di idrogeno Acta per il settore della fornitura di carburante in Italia. Basati sulle tecnologie di conversione di idrogeno e (di) catalizzatori di cui Acta è proprietaria, questi generatori possono essere facilmente integrati con impianti fotovoltaici per la produzione di idrogeno pulito, asciutto e compresso. Girelli Bruni ha completato più di 170 progetti nel corso del 2009, per la maggior parte dei quali è stata richiesta l’installazione di capacità fotovoltaiche.

L’ambito delle stazioni di servizio in Italia è attualmente guidato dai parametri imposti da una legge nazionale, progressivamente adottata da ogni regione d’Italia, che obbliga tutte le nuove aree di rifornimento carburante all’installazione di una capacità fotovoltaica minima ed a fornire una valida alternativa gassosa al petrolio come combustibile. L’accordo tra Acta e Girelli Bruni servirà come soluzione “one-stop” per soddisfare tali requisiti normativi.

Inoltre, Girelli Bruni diventerà il fornitore esclusivo della pensilina fotovoltaica portatile sviluppata per Acta e presentata nel giugno 2010 a Viareggio come convertitore di energia solare in idrogeno per caricare le minibike elettriche. Acta intende distribuire ad autorità portuali, porti ed altri acquirenti queste unità, che possono rifornire di idrogeno applicazioni che traggono energia da celle combustibili quali biciclette elettriche, imbarcazioni e tante altre, tramite il generatore di idrogeno a basso costo EL 100.

I commenti dei due amministratori:
Paolo Bert, Amministratore Delegato di Acta: “Questo accordo porterà le applicazioni a idrogeno di Acta nel settore dell’automotive per la prima volta. Siamo lieti che Girelli Bruni abbia scelto Acta come partner per la fornitura esclusiva; questo accordo dimostra la potente sinergia tra i nostri prodotti alimentati ad idrogeno ed il mondo del fotovoltaico. Acta sta finalmente realizzando la sua ambizione di portare il valore dell’ energia rinnovabile sul mercato.”
Giorgio Ferigo, Amministratore Unico, di Girelli Bruni: “La filosofia di rinnovamento e apertura verso le nuove tecnologie, fortemente voluta dalla nuova gestione della Girelli Bruni, ha avuto come coronamento la firma di questo accordo con un’azienda di caratura internazionale e all’avanguardia come è Acta”.