• Articolo , 18 maggio 2010
  • Acea: siglato l’accordo con Fiat su impianto fotovoltaico a Pomigliano d’Arco

  • Porta la firma di Alfonso Messina, amministratore unico di Acea Reti e Servizi Energetici (Arse) e di Nevio Di Giusto, direttore generale di Elasis, l’accordo per la costruzione di un impianto fotovoltaico da 511,15 kWp da installare presso Elasis, a Pomigliano d’Arco, sulle aree attualmente utilizzate per il parcheggio dei dipendenti. L’impianto, il cui investimento […]

Porta la firma di Alfonso Messina, amministratore unico di Acea Reti e Servizi Energetici (Arse) e di Nevio Di Giusto, direttore generale di Elasis, l’accordo per la costruzione di un impianto fotovoltaico da 511,15 kWp da installare presso Elasis, a Pomigliano d’Arco, sulle aree attualmente utilizzate per il parcheggio dei dipendenti. L’impianto, il cui investimento sarà a totale carico di Arse, si svilupperà su una superficie di circa 4 mila mq, per un totale di 2.175 moduli fotovoltaici con tecnologia di celle di silicio policristallino e permetterà di produrre circa 700.000 kWh annui di energia verde. Il progetto degli interventi, che sarà ultimato entro il mese di ottobre, presenta notevoli elementi d’innovazione che consentiranno la completa integrazione con il territorio garantendo la piena compatibilità e sostenibilità ambientale. L’investimento di Pomigliano rientra in un più ampio programma strategico del Gruppo Acea nel fotovoltaico che consentirà entro l’anno di raggiungere oltre 40 MWp di impianti sull’intero territorio nazionale e che prevede sensibili investimenti anche nella Regione Campania, grazie anche alle attività di AceaGori Servizi. Nell’ambito di tale programma, il gruppo Acea ha studiato formule particolari per creare sinergie con l’industria italiana e favorire l’utilizzo di energia verde. “La Green Economy – ha dichiarato Alfonso Messina – è ormai una vera e propria realtà nel nostro Paese nonostante alcuni fattori concorrano ancora oggi a limitarne lo sviluppo, come per esempio un quadro regolamentare incerto e instabile. Si può comunque confermare che in Italia le energie rinnovabili registrano una domanda crescente e generano investimenti”.