• Articolo , 30 luglio 2010
  • Acquisti verdi: Arpac aderisce alla rete regionale

  • L’ Arpac – rende noto attraverso un comunicato stampa pubblicato sul proprio portale – la sua adesione alla Rete regionale per il Green Public Procurement (Gpp), nata per diffondere la pratica eco-sostenibile degli «acquisti verdi pubblici», incentivati dall’Unione europea attraverso il progetto comunitario Life+ GPPInfoNET. Obiettivo della rete campana, organizzata dall’assessorato regionale all’Ambiente e dalla […]

L’ Arpac – rende noto attraverso un comunicato stampa pubblicato sul proprio portale – la sua adesione alla Rete regionale per il Green Public Procurement (Gpp), nata per diffondere la pratica eco-sostenibile degli «acquisti verdi pubblici», incentivati dall’Unione europea attraverso il progetto comunitario Life+ GPPInfoNET.
Obiettivo della rete campana, organizzata dall’assessorato regionale all’Ambiente e dalla Rete INFEA regionale dei centri di educazione ambientale, è stimolare le pubbliche amministrazioni della regione ad adottare procedure di acquisto conformi ai criteri ambientali minimi proposti dal Piano d’azione nazionale per il Green Public Procurement.
La Campania, infatti, è una delle regioni-target per la diffusione degli acquisti “verdi”, individuate nell’ambito del progetto europeo GPPinfoNET (Green Public Procurement Information Network, cioè Rete informativa sugli acquisti pubblici verdi). Compito della rete informativa regionale è sensibilizzare e informare gli enti pubblici che operano sul territorio, affinché adottino una nuova cultura e nuove modalità nell’ambito delle loro procedure di acquisto di beni e servizi, riducendone così gli impatti ambientali. La rete è organizzata con il supporto del laboratorio territoriale di educazione ambientale di Pomigliano d’Arco.