• Articolo , 13 gennaio 2009
  • Ad Albenga nasce il Consorzio Ingauno Energia Pulita

  • ‘L’utilizzo di risorse esauribili, come i combustibili fossili è fonte di una preoccupante crescita del loro costo. Il consorzio è nato per aiutare i nostri concittadini ad investire nell’energia fotovoltaica, per salvaguardare salute e finanze’

La crisi che dovrà affrontare sarà durissima ma la Liguria saprà reagire, grazie alle sue potenzialità. Ne è certo il Presidente Burlando che, nelle sue analisi di fine anno, esalta le prospettive di cambiamento e di sviluppo del territorio ligure, tra le quali l’energia fotovoltaica.
Il Ponente ligure, grazie alle sue particolari condizioni climatiche e territoriali, potrà fungere da incubatore tecnologico e far nascere e crescere un progetto avveniristico per la produzione e distribuzione dell’energia fotovoltaica. Albenga risponde all’appello: il 2009 porterà, infatti, al Ponente ligure il Consorzio Ingauno Energia Pulita. A fine gennaio, dopo nove mesi di approfonditi studi, un gruppo di intraprendenti cittadini fonderà ad Albenga un Consorzio per promuovere un serio investimento nelle fonti di energia rinnovabile, con particolare attenzione per la realizzazione e la gestione degli impianti fotovoltaici.
“Siamo spettatori di un crescente peggioramento delle condizioni dell’ambiente in cui viviamo, dovuto principalmente al nostro stile di vita sempre più legato all’utilizzo di energia elettrica che causa un aumento delle emissioni di gas serra nell’atmosfera. L’utilizzo di risorse esauribili, come i combustibili fossili, inoltre, è anche fonte di una preoccupante crescita del loro costo” afferma Enrico Isnardi, già coordinatore dei comitati cittadini e ora promotore del progetto, “è per questo che abbiamo deciso di fondare il Consorzio Ingauno Energia Pulita ed aiutare i nostri concittadini ad investire nell’energia fotovoltaica, per salvaguardare salute e finanze”.
Il Consorzio sarà aperto a tutti e, grazie ai suoi tecnici, darà assistenza sia nel processo di realizzazione e gestione degli impianti fotovoltaici che in quello di produzione, utilizzo e commercializzazione dell’energia pulita.
Costituendo un “gruppo d’acquisto”, inoltre, il Consorzio sarà in grado di garantire ai consorziati un notevole risparmio per l’acquisizione e l’installazione degli impianti, per il conseguimento di condizioni bancarie vantaggiose in materia di finanziamenti e per la stipulazione di contratti assicurativi.
Con l’assistenza del Consorzio Ingauno Energia Pulita, i consorziati potranno trasformare l’impianto fotovoltaico in un vero e proprio investimento anche grazie agli incentivi concessi dal Governo mediante il Conto Energia e alla Regione Liguria mediante un fondo speciale acceso proprio per far decollare questo segmento creando posti di lavoro.
“Grazie al Conto Energia”, precisa Enrico Isnardi, “tutta l’energia che produrremo mediante i nostri impianti fotovoltaici ci sarà pagata a tariffe incentivanti e ci potremo scordare di pagare i consumi dell’energia elettrica e i rincari presenti in bolletta”.
Un progetto chiaro e trasparente quello del Consorzio Ingauno Energia Pulita, che avrà anche la supervisione dell’Associazione dei Consumatori. Un progetto semplice ma ambizioso perché il Consorzio, che nascerà nei prossimi giorni, ha come fine ultimo la creazione di una vera e propria centrale elettrica ad emissioni zero. Chiunque ne volesse sapere di più può chiamare il numero 0182-1985678.